‘Ndrangheta: morto giovane ferito in agguato nel Vibonese

E' morto nell'ospedale "Pugliese"

Più informazioni su


    E’ morto nell’ospedale “Pugliese” di Catanzaro Salvatore Battaglia, 21 anni, di Piscopio, frazione di Vibo Valentia, ferito nel corso della notte fra venerdi’ e sabato a colpi di pistola, in via Regina Margherita a Piscopio. Fatali i colpi alla mandibola e a due vertebre. E’ ancora ricoverato nel reparto di Ortopedia dell’ospedale di Catanzaro Giovanni Zuliani, 23 anni, puredi Piscopio, che si trovava insieme a Salvatore Battaglia, quest’ultimo primo cugino di Rosario Battaglia, 35 anni, ritenuto a capo del clan dei Piscopisani e attualmente detenuto in quanto condannato in primo grado all’ergastolo e da ultimo arrestato di nuovo ad aprile per associazione mafiosa. Sulla sparatoria, avvenuta nel corso della festa del santo patrono del paese, indagano i carabinieri della compagnia di Vibo Valentia che non escludono al momento alcuna ipotesi alla base del fatto di sangue: da una lite all’interno dello stesso clan di Piscopio sino a un agguato preparato da soggetti appartenenti a clan diversi e giunti da fuori paese.

    Più informazioni su