Quantcast

Soluzioni per l’illuminazione del giardino

Più informazioni su

Hai deciso di illuminare il giardino che circonda casa tua ma non sai da che parte iniziare? Potresti cominciare facendo affidamento sui faretti da esterno, ma a condizione di sceglierli bene: in particolare, conviene puntare sui modelli che permettono di regolare l’inclinazione nel modo che si preferisce, a seconda delle necessità ma soprattutto tenendo conto dell’esigenza di limitare per quanto possibile l’inquinamento luminoso. Lo scopo primario deve essere quello di mettere in evidenza i vari elementi che compongono il giardino. I faretti verticali, però, dovrebbero essere evitati: il solo caso in cui è accettabile il loro utilizzo è quello che vede la presenza nel giardino di pareti con una tettoia, in modo che la dispersione della luce in direzione del cielo possa essere contenuta. Per evitare o comunque limitare al massimo l’inquinamento luminoso è meglio non usare i lampioni a sfera trasparente, i faretti a incasso e, più in generale, tutte quelle soluzioni di illuminazione esterna che producono luce dal basso e la diffondono verso l’alto.

Perché è importante la temperatura di colore

In vista della scelta delle soluzioni che andrai ad adottare per illuminare il tuo giardino, uno dei fattori principali a cui devi badare è quello che riguarda la temperatura di colore della luce. Una luce neutra a 4mila K, per esempio, è consigliata per i faretti d’accento, ma va bene anche se si ha la necessità di una luce funzionale e al tempo stesso c’è bisogno di aumentare la visibilità per rendere l’ambiente più sicuro e dissuadere i malintenzionati. La luce calda, invece, dovrebbe essere impiegata per i lampioncini da giardino destinati a essere posizionati, a scopo decorativo, all’entrata. Non solo: si può fare affidamento sulla luce calda anche nel caso delle lampade da esterno che vengono collocate nelle zone living, per fare in modo che l’atmosfera generata risulti rilassante e al contempo accogliente.

Le lampadine a led

Per una illuminazione soddisfacente dal punto di vista estetico e non troppo dispendiosa sul piano economico, la migliore delle soluzioni possibili è rappresentata dall’uso delle lampadine a led. In questo caso il suggerimento è di acquistare prodotti che per quanto possibile siano tutti della stessa casa produttrice. Quando poi arriverà il momento di cambiare le lampadine, sarà meglio sostituirle tutte. Se opti per un unico acquisto, potrai beneficiare di diversi vantaggi, anche perché avrai la certezza di un giardino illuminato in modo omogeneo e con un certo equilibrio. A questo scopo, però, ricorda di non trascurare l’attenzione richiesta per la progettazione della disposizione delle luci, a cui deve essere dedicata la massima cura. Tieni presente che eventuali differenze di luce fra le lampade che sono già presenti in giardino e le lampade che andrai a installare in seguito potrebbero dare vita a un effetto poco piacevole. Qualora tu ritenga che vi sia la necessità di una integrazione, ti conviene ridurre la distanza tra la messa in posa iniziale e le altre.

Acquistare lampade a led su Internet: a chi rivolgersi?

Che tu abbia in mente di acquistare dei fari a led o altre lampade per l’illuminazione del tuo giardino, puoi affidarti al catalogo di Lampadadiretta.it avendo la certezza di scoprire un vasto assortimento di opzioni. Lampadadiretta è un’azienda con oltre 25 anni di esperienza nel campo dell’illuminazione a livello internazionale, garantendo i più alti standard di sicurezza, di efficienza e di qualità.

Come si progetta l’illuminazione del giardino

Sarà incarico dell’elettricista, in occasione della messa in posa, prestare attenzione all’orientamento dei diversi dispositivi. Per quanto concerne i fari e i lampioncini da esterno, per esempio, è auspicabile che siano orientati verso il basso, così che non vi sia il rischio di superare la linea di orizzonte. La componente economica deve, naturalmente, essere tenuta in considerazione in previsione di una progettazione appropriata, anche perché è in grado di fare la differenza, assicurando un tasso di efficienza più alto addirittura del 300% rispetto a quello garantito da una progettazione poco professionale (in questo calcolo vengono considerati anche i consumi di servizio).

La disposizione delle luci

I fari e i lampioncini devono essere posizionati in modo da evitare la presenza di angoli troppo bui e da garantire un livello di illuminamento minimo in qualsiasi punto. Non si tratta solo di una necessità estetica, ma soprattutto di una questione di sicurezza. La scarsa visibilità è un richiamo troppo allettante per i ladri, a maggior ragione nel caso di un giardino molto ampio e che, di conseguenza, è più difficile da tenere sotto controllo.

L’efficienza luminosa dei dispositivi led

Per i dispositivi di illuminazione a led si ha a che fare con una efficienza luminosa media pari più o meno a 100 lumen per watt. Ci sono, comunque, soluzioni dotate di chip led da 240 lumen per watt in grado di assicurare un livello di efficacia non inferiore ai 200 lumen per watt. Vale la pena di ribadire l’importanza di non lasciare degli angoli al buio, attraverso una distribuzione della luce ottimale. Le caratteristiche di irradiamento luminoso dei vari punti luce destinati a essere integrati nel progetto devono rappresentare il punto di partenza dell’illuminazione.

Le lampade a led ad alta efficienza

Il risparmio energetico è uno dei motivi principali per cui conviene puntare sulle lampade led ad alta efficienza. I dispositivi destinati agli ambienti esterni vanno scelti tenendo conto di questo fattore: maggiore è l’efficienza luminosa e più ridotti sono i consumi.

Più informazioni su