Quantcast

Staff leasing: il ruolo delle agenzie intermediarie

Con il leasing dei dipendenti a medio o lungo termine, le agenzie del lavoro forniscono personale qualificato a chi ne fa richiesta e ne abbia necessità.

Più informazioni su

    Lo staff leasing, o somministrazione a tempo indeterminato, è un contratto di lavoro in base al quale le aziende si affidano a un’agenzia appaltatrice per la gestione e l’assunzione delle risorse umane.

    In poche parole, l’employee leasing consente alle imprese di avvalersi di personale istruito e qualificato riducendo i costi di amministrazione e formazione, sgravandosi degli oneri burocratici e senza doversi occupare delle complessità amministrative relative all’onboarding.

    Il lavoro in somministrazione a tempo indeterminato è normato dalla legge per mezzo di un contratto tripartito. Sono infatti i tre i soggetti che lo stipulano: il professionista, l’azienda utilizzatrice e l’agenzia somministratrice. Le imprese alla ricerca di personale per periodi di tempo medio-lunghi che volessero avvalersi di questa formula contrattuale relativamente recente possono rivolgersi a Jobtech, la prima società in Italia a fornire soluzioni di staff leasing operando esclusivamente in digitale.

    L’agenzia di ricerca e selezione del personale a trazione fortemente tecnologica si avvale di professionisti HR che seguono tanto le aziende quanto i lavoratori nelle assunzioni a tempo indeterminato. I recruiter specializzati di Jobtech si fanno carico di pubblicare e pubblicizzare gli annunci di lavoro, di analizzare i curricula dei candidati e di intervistare quelli ritenuti più idonei tramite colloqui one-to-one da remoto.

    Nel momento in cui l’utilizzatore non avesse più necessità della risorsa, l’agenzia somministratrice provvederà a rescindere il contratto e a ricollocare il proprio dipendente presso una nuova azienda. Nei periodi in cui la risorsa dovesse rimanere inoccupata, è l’agenzia stessa che si impegna a corrispondere un’indennità mensile per la disponibilità.

    Chi ricopre il ruolo di intermediario nell’employee leasing ha inoltre il compito di garantire il welfare del lavoratore, di gestirne gli aspetti salariali e previdenziali, alleggerendo da un compito piuttosto gravoso il dipartimento aziendale delle risorse umane. Ma anche quello di adempiere a tutti gli oneri burocratici e fiscali derivanti dall’assunzione diretta del personale, riducendo così notevolmente i costi di reclutamento sostenuti dagli utilizzatori.

    Parallelamente, è l’agenzia del lavoro a formare il personale da somministrare, incluso quello neoassunto, con corsi e Academy professionalizzanti. Si tratta, in questo caso, di un passaggio decisamente strategico a garanzia della preparazione e della qualità della manodopera fornita, e che assicura la giusta tutela sia del cliente sia del lavoratore.

     

    Più informazioni su