Quantcast

Vox Populi a Caulonia: la zampogna diventa protagonista

Più informazioni su

Il 17 novembre la musica tradizionale, i suoi strumenti, come zampogna e pipita, le sue reinvenzioni e riscoperte, come la “sordellina”, sono i protagonisti della manifestazione di Caulonia. La tradizione è, anche, avanguardia.
Il teatro è Caulonia (Rc), i personaggi sono la zampogna e l’Orchestra del conservatorio “Tchaikovsky” di Nocera Terinese (Cz), il padrone di casa è la manifestazione Vox Populi, la cui prossima serata sarà il 17 novembre (ore 21, auditorium comunale Frammartino), e che fa parte del circuito Kaulonia Tarantella Festival. Il pubblico è quello dei romantici, degli appassionati o dei semplici curiosi, non importa. Quello che conta è che si renda onore alla protagonista dell’evento: la musica popolare.
È la musica popolare che torna alla ribalta, dimostrando che non è solo terreno di studi musicologici, antropologici, e insomma una vasta e più o meno interessante antologia del “come eravamo”, ma è una radice creativa ancora capace di produrre musica nuova, e quindi contaminazione, sperimentazione, avanguardia. In una parola: futuro. 
La serata di mercoledì prevede una delle tante produzioni originali di un festival “orientato”, che si muove fuori dai sentieri battuti. Le note della zampogna a chiave spezzeranno il silenzio della platea per introdurre i virtuosismi di Händel e della sua pastorale (“Pifa”) tratta dal “Messiah”. L’arrangiamento porta la firma di Danilo Gatto e mette in scena lo spettacolo, perfettamente in tema pur sembrando così improbabile, dell’opera classica cantata dalla voce del popolo.

Più informazioni su