Quantcast

Tre giorni di musica aperti a tutti con il Catanzaro Jazz Fest foto

Un Piano Day che durerà dal 21 al 23 dicembre

Più informazioni su

    Il Natale si avvicina e il Catanzaro Jazz Fest, nell’ambito del cartellone della XXI edizione, vuole regalare alla città, oltre ai sei concerti ad ingresso gratuito previsti, tre giorni di musica aperti a tutti, installando in Galleria Mancuso un pianoforte che sarà a disposizione, dalla mattina fino alle 18, di musicisti e semplici appassionati che avranno l’opportunità di suonare liberamente, come accade nei principali luoghi di aggregazione delle grandi città. Un Piano Day, che durerà dal 21 al 23 dicembre, a cui sono invitati tutti gli amanti della musica, per accompagnare queste giornate di festa all’insegna della libertà espressiva e creativa, secondo il motto del Festival, che recita: Jazz sta a Improvvisazione come Democrazia sta a Libertà.

    Lunedì 20 dicembre in Galleria Mancuso si è tenuto il terzo appuntamento del Catanzaro Jazz Fest con il concerto della M.A.O. Mediterranean Acoustic Orchestra, un ensemble di 11 straordinari musicisti, quasi tutti calabresi, con la partecipazione della cantante Tiziana Grezzi, che ha eseguito alcuni brani di un repertorio che in chiave jazz abbraccia la musica di tradizione, la musica balcanica, la ballad, in un’atmosfera sospesa tra energia esecutiva e struggenti melodie. Martedì 21 sarà la volta del Francesco Caligiuri Quintet, un giovane talento calabrese del sassofono, che rappresenta pienamente l’idea di “gioco in musica”, in cui destrutturare alcuni elementi della musica “accademica”, in favore di una rinnovata e personale visione compositiva ((Francesco Caligiuri sassofoni, clarinetto basso e flauto dolce – Carlo Maria Manna pianoforte – Marco Greco chitarra – Carlo Bilotta contrabbasso – Francesco Borrelli   batteria)

    Il Festival proseguirà mercoledì 22 con il Tchaikovsky Jazz Quintet, (Francesco Miniaci pianoforte – Leo Ragaglia sassofono tenore e flauto traverso – Marco Bella sassofono alto – Stefano Cardillo contrabbasso – Valerio Gabriele batteria) formazione nata nelle aule dell’I.S.S.M. “P. Tchaikovsky”, per concludersi giovedì 23 con il concerto, realizzato in collaborazione con l’Associazione I-Jazz, di una giovane sassofonista milanese, vincitrice del Premio Massimo Urbani nel 2020: Sophia Tomelleri Quartet (Sophia Tomelleri sassofono tenore – Simone Daclon pianoforte – Alex Orciari contrabbasso elettrico – Pasquale Fiore batteria).

    Il CJF è stato inaugurato, in un perfetto clima da jazz club, sabato 11 dicembre al “City Bar”, ai Giardini di San Leonardo, con il quartetto del chitarrista e cantante americano Mark Hanna che ha coinvolto il pubblico spaziando dal blues al rock al jazz, per poi riprendere domenica 19, al “Piccolo del Teatro Politeama Mario Foglietti”, con un trio d’eccezione, quello di Danilo Blaiotta, acclamato pianista di origine calabrese i cui brani, seppur ascrivibili al jazz, abbracciano in generale la musica del Novecento e compongono il suo secondo disco, appena uscito, “The White Nights Suite“, ispirato a “Le notti bianche” di F. Dostoevskij.

    In collaborazione con l’Associazione CulturAttiva, tutti gli appuntamenti sono preceduti da itinerari e visite guidate dei quartieri e monumenti significativi della città, che si concludono con le degustazioni nei diversi bar che hanno aderito all’iniziativa, che offriranno tra gli altri prodotti, la birra artigianale SolidAle, di una cooperativa sociale di Catanzaro che impiega ragazzi con sindrome di Down e una selezione di vini dell’Azienda agricola biologica Casa Ponziana di Catanzaro.

    Nel rispetto della normativa anti Covid-19 sui pubblici spettacoli nei luoghi chiusi, in tutte le location è prevista una capienza limitata, sarà necessario esibire il Green Pass, indossare la mascherina e prenotare il posto a sedere compilando l’apposito modulo sul sito www.atlantidenews.it, oppure con un messaggio Whatsapp al 3405778734, specificando nome e concerto da prenotare. 

    La prenotazione si intende valida entro e non oltre l’ora di inizio dei concerti, fissata alle ore 21, oltre la quale il posto a sedere non sarà garantito.

     

    Più informazioni su