Bimbo morto a Saracena, disposta l’autopsia

Potrebbe non essere stato un rigurgito

Più informazioni su


    Potrebbe non essere stato un rigurgito, com’era stato ipotizzato in un primo tempo,
    la causa della morte in culla di un bambino di otto mesi avvenuta a Saracena. È quanto è emerso dai successivi accertamenti del medico legale che ha effettuato l’esame esterno del cadavere. Per fugare ogni dubbio, comunque, sulle reali cause della morte del bambino il pm Simona Rizzo ha disposto l’autopsia, che sarà effettuata nei prossimi giorni nell’ospedale di Castrovillari.
    L’ipotesi del rigurgito contrasta, tra l’altro, col fatto che il bambino non appare cianotico e potrebbe dunque non essere morto per soffocamento.
    Nella comunità di Saracena la morte del bambino ha suscitato dolore e sgomento. Il padre del piccolo, Vincenzo Covello, tra l’altro, è consigliere comunale di maggioranza

    Più informazioni su