Quantcast

Agli arresti ex ‘tronista’ cosentino di ‘Uomini e donne’

Alessio Lo Passo era in compagnia di Lele Mora e di una ex ‘Gieffina’ ad un'inaugurazione a Monza. Condannato per minacce al chirurgo che gli aveva rifatto il naso


E’ stato arrestato, il 24 aprile nel corso dell’inaugurazione di una boutique di Monza, Alessio Lo Passo, l’ex ‘tronista’ della trasmissione tv ‘Uomini e donne’ nell’edizione 2014-2015, 34 anni, di Cassano allo Jonio.

Il giovane deve scontare una condanna, definitiva, a 3 anni di carcere con il pagamento di 3mila euro di multa per aver minacciato e chiesto un risarcimento danni a un chirurgo plastico milanese che, nel 2014, gli aveva praticato un intervento di rinoplastica.

Al momento dell’arresto era in compagnia di Lele Mora e dell’ex gieffina Guendalina. Secondo l’accusa il tronista calabrese avrebbe preteso dal medico 57 mila euro di risarcimento per presunti problemi nel decorso post-operatorio dopo l’intervento mentre in una intervista rilasciata a Barbara D’Urso, pochi giorni dopo la rinoplastica, aveva dichiarato di aver partecipato ad una rissa per difendere la sua fidanzata da quattro uomini.

In seguito aveva iniziato a telefonare al chirurgo addossando allo stesso i problemi di irregolarità del suo naso.

A quel punto il medico, insospettito, aveva fatto delle ricerche trovando su Internet l’intervista su canale 5 in cui Lo Passo dichiarava di aver preso parte una rissa e che per questo portava un cerotto sul naso.

Il tronista, nonostante il video e le perplessità del medico, ha continuato a chiedere il risarcimento danni al medico per la presunta mal riuscita dell’intervento fino a minacciarlo presentandosi nel suo studio In compagnia di un uomo “dal forte accento calabrese” (si legge nel verbale di denuncia) pretendendo 57mila euro e minacciando di “tornare con chi di dovere per sfasciare tutto” e di rovinargli la reputazione. Da qui la denuncia con la condanna e l’arresto di lunedì scorso. 

mpv