Quantcast

Manuel e la sua favola di bambino autistico

Il 6 settembre uscirà il libro che racconta la storia della famiglia Sirianni che da anni combatte contro la malattia 

Più informazioni su


    di Giulia Zampina

    Il bambino irraggiungibile. Un libro magico. Non un libro di favole ma un libro che racconta una favola. Quella di Manuel, della mamma che si chiama Oceania, del fratellino che si chiama Dani e di papà Franco. E come in ogni favola che si rispetti c’è un mostro da abbattere. Un mostro che si chiama autismo. E come in ogni favola arriva un cavaliere senza macchia e con la spada che uccide il mostro. Forse non è stato proprio così semplice come le storie che accompagnano i bambini verso i loro sogni, ma di certo, oggi la famiglia Sirianni può dire che almeno è  avvincente vivere quest’avventura accanto al loro figlio.

    Il settimanale Grazia dedica due pagine a questa magnifica famiglia catanzarese e alla loro lotta contro l’autismo. Il libro, edito da Bompiani, sarà in uscita il 6 settembre. Una storia che Manuel ha scritto a 13 anni. Oggi ne ha 16. Una storia di vita quotidiana che è diventata un racconto emozionante. Manuel è affetto da questa malattia fin dalla nascita. Nove anni da incubo. Manuel non parlava, non comunicava neanche con lo sguardo. Manuel percepiva il mondo intorno ma era come se non ne facesse parte. Ma Oceania, che ha già nel nome tutta forza di cui  una donna e una mamma possono essere capaci, ha continuato a crederci .

    Anche l’altro figlio soffre della stessa malattia, ma è tutto diverso per lui, dice Oceania Manuel è un piccolo genio dei numeri con i quali riesce a fare cose pazzesche, racconta la mamma. L’informatica aiuta Manuel, che sogna di diventare uno scrittore. Manuel che a 9 anni al computer scrive “Molto ti turberebbe di me, tutti credono che io non capisca, ma io so leggere libri da sempre”. E come in ogni fiaba ci sono anche fate e folletti che colorano e animano un mondo che sarebbe altrimenti grigio. Sono gli insegnanti, gli educatori delle scuole catanzaresi che Manuel incontra sulla sua strada e che danno fiducia ad un bambino speciale.

    E anche se può sembrare che quel mostro chiamato autismo sia ancora lì, insidioso, nascosto, la storia di Manuel e della sua famiglia non sono qualcosa di meno di una favola, dove un cavaliere senza macchia e senza paura chiamato Amore, in sella ad un cavallo di nome Forza, combatte ogni giorno contro un cattivo e restituisce a Manuel e alla sua famiglia un pezzetto di luce chiamata Vita.

    Più informazioni su