Cosenza, cambio di comando del Primo Battaglione ‘La Marmora’

La cerimoniasi è svolta questa mattina nella caserma del primo reggimento bersaglieri 

Più informazioni su


    Una cerimonia partecipata. Ancora una volta nella caserma “Settino” di Cosenza, sede del 1° reggimento bersaglieri, la solennità e la formalità di protocolli fissati si intrecciano con emozioni e trasporti appartenenti alla sfera dell’umano che sovente, quando si parla di esercito, si tende a non considerare.

    La cessione del comando del 1° battaglione bersaglieri “La Marmora”, da parte del tenente colonnello Paolo Divizia, al tenente colonnello Franceso Ferrara, ha messo in luce questa mattina, quei rapporti umani che si stabiliscono tra un comandante e i suoi uomini. Rapporti forti che si instaurano quando alacremente si lavora insieme, gomito a gomito, giorno e notte.

    Soprattutto se impiegati in teatro operativo. A raccontarlo sono gli occhi dei bersaglieri delle compagnie del battaglione (prima “Leopardi” seconda “Leoni”, terza “Lupi”, quarta “Draghi”) schierate nel piazzale della “Settino”. Ma non solo. La storia di un anno di comando, con il carico di forti emozioni e cari ricordi, trapela dalla voce rotta dalla commozione del tenente colonnello Divizia.

    «È stato un anno intenso – ha detto Divizia, che andrà a Roma a coprire un prestigioso incarico nel terzo reparto dello Stato Maggiore della Difesa – in cui siamo stati impegnati in teatro operativo iracheno. Porterò sempre nel cuore – ha detto ancora rivolgendosi al battaglione – il ricordo di questi mesi passati con voi».

    Un lavoro tenace che il comandante del 1° Reggimento, colonnello Luigi Iorio, ha voluto sottolineare. «Grazie – ha detto Iorio sottolineando l’elevata professionalità di Divizia e ricordandolo da “giovane tenente” – per il lavoro svolto per questo reggimento».

    Il tenente colonnello Divizia ha, poi, ceduto il comando al tenente colonnello Francesco Ferrara, che approda al comando del primo battaglione dopo aver ricoperto un importante incarico operativo nel Combined Joint Forces Land Component Command con sede in Baghdad, in Iraq.

    Il tenente colonnello Ferrara, al quale è andato anche l’augurio di Iorio di «proseguire partecipe e convinto nel solco tracciato dal suo precedessore» è originario di Trani e ritorna a Cosenza dopo aver prestato servizio presso lo stesso reggimento come comandante di compagnia dal 2004 al 2010.

    Francesca Cannataro

    Più informazioni su