Inchiesta Stop and go, anche Francesco Francavilla può tornare a lavorare

Annullata l’ordinanza di sospensione dall’attività lavorativa

Più informazioni su


    Fine di un incubo, almeno per ora, per un altro indagato dell’inchiesta Stop&go che nel mese di luglio aveva coinvolto alcuni dirigenti Asp. In mattinata, infatti, il Tribunale della Libertà ha accolto l’appello avanzato dagli avvocati Enzo Ioppoli e Giovanni Caridi, nell’interesse di Francesco  Francavilla, per l’annullamento dell’ordinanza di sospensione dall’attività lavorativa. Francavilla, che in un primo momento era stato destinatario di un provvedimento cautelare di interdizione dal lavoro per dodici mesi, adesso, quindi, potrà tornare nel pieno delle sue funzioni. I giudici del riesame, infatti, hanno riscontrato un’assenza delle esigenze cautelari in capo allo stesso Francavilla, per il quale non esiste alcuna possibilità di reiterazione del presunto reato. L TDL ha poi sottolineato che, come fatto osservare dalla difesa, Francavilla, al momento di essere raggiunto dal provvedimento cautelare, non rivestiva più la funzione di Direttore dell’Unità Operativa di Gestione Risorse Economiche e Finanziarie dell’Asp, per essere stato assegnato ad altro ufficio.

    Più informazioni su