Palazzo di Giustizia, hanno preso servizio i nuovi magistrati (CON VIDEO)

Si tratta di 6 nuovi sostituti procuratori e 12 nuovi giudici

Più informazioni su


    di Antonio Capria

    Hanno preso servizio questa mattina, nel corso di una breve cerimonia tenuta in Tribunale, i nuovi magistrati assegnati del Csm agli uffici giudiziari di Catanzaro, a seguito delle richieste pressanti del capo della Procura Nicola Gratteri al ministro della Giustizia Orlando. Si tratta di 6 nuovi sostituti procuratori e 12 nuovi giudici, che hanno prestato giuramento davanti al presidente facente funzioni del tribunale Giuseppe Valea e ai giudici Song Damiani e Teresa Guerrieri, alla presenza del procuratore Gratteri. “Mai come oggi – ha detto il presidente Valea -, ci sono state tante immissioni in possesso”.
    I nuovi magistrati della Procura sono  Pasquale Mandorfino, Chiara Bonfadini, Stefania Caldarelli, Corrado Cubellotti, Andrea Buzelli e Anna Reale. 
    A rinfoltire l’organico dei tribunali civile e penale vanno Alessandra Domenica Petrolo, Alessia Pecoraro, Valeria Isabella Valenti, Chiara Esposito, Francesca Rinaldi, Antonella De Simone, Simona Manna, Gaia Sorrentino, Matteo Ferrante, Francesco Vittorio Rinaldi, Michele Cappai, Alfredo Ferraro.

    “Dopo la nascita di un figlio questo sarà il giorno più bello della vostra vita”, ha detto Gratteri rivolgendosi ai nuovi magistrati. “In ufficio – ha proseguito – voglio vedervi con il sorriso, orgogliosi di quello che fate. Non sempre sarà facile. Proverete emozioni, paura, bocca amara quando non saprete cosa fare. Fidatevi dei vostri colleghi, la mia porta e quella degli altri sarà sempre aperta. Tecnicamente siete molto preparati perché freschi di studi. Noi potremo insegnarvi il codice non scritto”. Poi riferendosi alla realtà calabrese Gratteri ha incoraggiato i giovani colleghi: “Quando andrete via da qui soffrirete il mal d’Africa”.
    Il procuratore Gratteri ha parlato di una “giornata storica”: “Sei nuovi sostituti procuratori e 12 giudici non si erano mai visti – ha spiegato il capo della Procura – e per questo ringrazio pubblicamente il ministro della Giustizia e il capo di gabinetto. E’ una data attesa da trent’anni, perché le richieste dei miei predecessori sono purtroppo rimaste inascoltate. Catanzaro aveva proprio bisogno di questa grande iniezione di magistrati, e i risultati si vedranno già nel medio periodo”. 
    Tra pochi giorni – ricordato il dott. Gratteri – giurerà anche nel suo nuovo ruolo di procuratore aggiunto il  dott. Vincenzo Capomolla (presente alla cerimonia insieme al procuratore aggiunto Giovanni Bombardieri) e arriveranno due nuovi sostituti procuratori di grande esperienza, Paolo Sirleo, proveniente dall’ufficio ispettivo, e Antonio De Bernardo, attualmente in servizio come sostituto presso la Procura distrettuale di Reggio Calabria.

     

    Più informazioni su