Investire in Borsa: quali sono i titoli maggiormente resilienti in epoca di emergenza sanitaria?

Borsa: quotazioni interessanti in un orizzonte temporale di medio periodo

Più informazioni su

Il recente crollo dei mercati finanziari, causato dal coronavirus, ha messo in grande agitazione i risparmiatori italiani. D’altro canto, dopo la crisi del 2008 scatenata dalla bolla dei mutui subprime, alla quale ha fatto seguito quella del nostro debito sovrano solo tre anni dopo, sembrava che i mercati, finalmente, potessero essere forieri di soddisfazioni per i risparmiatori del Belpaese. Ma se nelle precedenti circostanze la causa è stata essenzialmente finanziaria, con strascichi speculativi – specie sul nostro debito sovrano – non indifferenti, quella attualmente in corso è innanzitutto sanitaria e si è riflessa, conseguentemente, anche sui mercati.

Operare in borsa nel 2020: strategia di breve periodo in un contesto di forte volatilità

Negli ultimi anni, complici i rendimenti inesistenti o effimeri del comparto obbligazionario “free-risk”, la maggior parte dei risparmiatori ha optato per strumenti che incorporano un po’ di rischio, come ad esempio i bond high yield, arrivando, non di rado, ad investire nel mondo azionario. Una scelta che, in epoca pre-covid, stava dando grandi soddisfazioni. Basti pensare, ad esempio, al rendimento medio fornito dalle borse mondiali nel 2019: +22%. Queste ultime, seppur con fasi anche negative (come il secondo semestre del 2018), si erano ormai riprese dalla grande recessione avvenuta nel 2008, quando i listini andarono a picco a causa dello scoppio della bolla del mercato immobiliare. Quando sta avvenendo oggi, però, ha riportato i listini a dei valori molti bassi, non raggiungendo, però, i minimi storici.

Alcuni analisti tendono a pensare che i mercati abbiano già stornato in maniera significativa, andando ad anticipare quello che sarà, purtroppo, la situazione dell’economia reale nei prossimi mesi, se non anni. Tuttavia, gli stessi tengono alta la guardia, ed ipotizzano che il 2020, com’è logico pensare, sarà contraddistinto da forte volatilità, scenario che potrebbe risultare propizio per coloro che operano tramite il trading online effettuando operazioni di breve termine, talvolta addirittura infra-day. Anche i risparmiatori poco avvezzi ad effettuare operazioni “speculative”, potrebbero entrare nei mercati azionari con un orizzonte di medio-lungo periodo, approfittando delle quotazioni particolarmente invitanti attualmente presenti nei listini borsistici. Tutto, però, passa dal rientro dell’emergenza e dalla sconfitta dal virus o da un suo significativo rallentamento.

Borsa: quotazioni interessanti in un orizzonte temporale di medio periodo

Nel medio-lungo periodo, di conseguenza, i listini dovrebbero tornare a salire, complici anche le manovre espansionistiche delle banche centrali e le leve fiscali utilizzate dalle più importanti amministrazioni dei paesi industrializzati: un mix, quest’ultimo, che dovrebbe favorire la risalita dei mercati azionari non appena conclusa l’emergenza sanitaria ed aver vinto la dura battaglia contro il coronavirus. Nello scenario attuale, però, esistono alcuni titoli che potrebbero mantenere dei buoni livelli di profitto, complice la loro forte resilienza alla crisi. Il settore della filiera agro-alimentare, ad esempio, è uno di questi: non è casuale che i bilanci della società della grande distribuzione alimentare prevedano dei buoni profitti anche in questo semestre, che in molti altri comparti sarò avaro, se non nullo, di soddisfazioni.

Più informazioni su