Matrimoni e unioni civili dentro e fuori dal Comune: ecco i costi

Nell’ufficio di Stato Civile non è previsto alcun importo ma lo si può fare da lunedì a venerdì in orario di ufficio

Più informazioni su

    Quando e come ci si può unire civilmente lo dice una delibera di giunta di recente approvazione. L’atto riporta le tariffe e le modalità di pagamento per la celebrazione di matrimoni o di costituzione delle unioni civili con un distinguo per i residenti e i non residenti. Per i residenti convolare a nozze nell’ufficio di Stato Civile non è previsto alcun importo ma lo si può fare da lunedì a venerdì in orario di ufficio, mentre il sabato dalle 10 alle 12; nella sala concerti del palazzo municipale, dal lunedì al venerdì in orario di ufficio, nessun importo, 50 euro il sabato dalle 10 alle 12, e 100 nel pomeriggio dalle 16 alle 18; in Villa Margherita, da lunedì a venerdì in orario di ufficio, per un importo di 250 euro che diventano 300 il sabato dalle 10 alle 12 e 350 dalle 16 alle 18; in locali esterni dal Comune, da lunedì a venerdì in orario di ufficio, per un importo di 450 euro, che diventano 500 il sabato dalle 10 alle 12 e 550 dalle 16 alle 18.

    Per sposi o costituenti in unione civile non residenti cambiano gli importi. Nell’ufficio di Stato Civile non è previsto alcun importo ma lo si può fare da lunedì a venerdì in orario di ufficio, mentre il sabato dalle 10 alle 12 per un importo di 100 euro che diventano 150 nel pomeriggio dalle 16 alle 18; nella sala concerti del palazzo municipale, dal lunedì al venerdì in orario di ufficio 100 euro; il sabato dalle 10 alle 12 un importo di 150 euro, nel pomeriggio dalle 16 alle 18 la somma è di 200 euro; in Villa Margherita, da lunedì a venerdì in orario di ufficio, per un importo di 350 euro che diventano 400 il sabato dalle 10 alle 12 e 450 dalle 16 alle 18; in locali esterni dal Comune, da lunedì a venerdì in orario di ufficio, per un importo di 550 euro, che diventano 600 il sabato dalle 10 alle 12 e 650 dalle 16 alle 18.

    Più informazioni su