Migranti: in 6 positivi al Coronavirus fuggiti dal Cara di Isola Capo Rizzuto, uno rintracciato

Si sono allontanati da struttura di Isola capo Rizzuto

Più informazioni su

    E’ stato rintracciato dalla Polizia di Stato uno dei sei migranti contagiati dal Covid-19 che era riuscito a lasciare l’isolamento e scappare dal Centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto tra il 4 e 5 settembre. E’ stato trovato mentre si apprestava a lasciare la Calabria. La notizia della fuga di migranti era stata resa nota dal segretario nazionale del Sindacato autonomo di Polizia Stefano Paoloni.
    Fonti di Prefettura e Questura di Crotone, nel confermare l’accaduto, parlano di sei migranti sfuggiti alla vigilanza all’interno del Cara. La polizia sta proseguendo le ricerche degli altri migranti. Si tratta di persone tutte asintomatiche che erano arrivate al centro di accoglienza nelle scorse settimane in seguito ai numerosi sbarchi sulle coste crotonesi.
    Al Cara attualmente sono in quarantena circa 300 persone per le procedure anti covid in seguito agli sbarchi avvenuti negli ultimi 14 giorni (dal 26 agosto all’8 settembre) e sono in isolamento 23 migranti che risultano positivi (dati dal bollettino epidemiologico dell’Asp di Crotone dell’8 settembre).
    Al Centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto – gestito dalla Croce Rossa Italiana a cui però non spettano compiti di sorveglianza – la vigilanza è effettuata con 160 agenti di polizia divisi in turni da 35 unità.
    Dal 22 marzo all’8 settembre – secondo i dati della Prefettura di Crotone – nel territorio crotonese ci sono stati 16 sbarchi per complessivi 963 migranti che sono transitati al Centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto. Nell’intero 2019 gli sbarchi sono stati 16 con 1.300 migranti circa accolti nella struttura di Isola Capo Rizzuto. (ANSA).

    (Nella foto uno degli sbarchi)

    Più informazioni su