Morte Santelli, il cordoglio della Calabria. Non solo quella della politica

Incredulità e dolore per la scomparsa della presidente

Più informazioni su

    Anche dal mondo politico e non solo calabrese iniziano ad arrivare copiosi i messaggi di cordoglio per la prematura scomparsa del presidente della Regione Jole Santelli.

    “Senza parole. Attonito per la morte improvvisa, inaspettata, dolorosa di Jole Santelli. Incapace di immaginare nella fredda immobilità della morte la sua gioiosa vitalità e il suo sorriso, sempre capace di trasformare l’agire politico in un incontro tra persone. E’ sempre stato così: in Parlamento, al Ministero, al Comune e da ultimo in Regione. Pronta ad ascoltare e a ricercare soluzioni quanto più condivise possibili, attenta al merito delle persone e sempre ancorata ai valori solidi della democrazia liberale. Ora è il momento di stringersi al dolore della sua famiglia, alla quale esprimo il più sentito cordoglio”. Così Antonio Viscomi, deputato calabrese del Partito Democratico, appresa la notizia della morte di Jole Santelli, Presidente della Regione Calabria.

    “La prematura, inaspettata, scomparsa della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, ci lascia – senza ipocrisia – senza parole. Davanti alla solennità della morte non ci sono steccati ideologici, divergenze politiche, sterili discussioni sul modo di governare la nostra regione che amava moltissimo”. E’ quanto afferma il consigliere regionale del Pd, Libero Notarangelo.

    “La presidente Santelli ha saputo trasformare in vitalità incosciente il dolore, e in coraggio la pressione e la preoccupazione per un percorso in salita, complicato dalle incognite della malattia che ha combattuto fino alla fine – ha detto ancora Notarangelo – ha sfidato la sorte con il sorriso. Alla famiglia prima di tutto, che amava tanto e dalla quale era amatissima, la più sincera vicinanza”.

    L’improvvisa scomparsa di Jole Santelli è una notizia tragica che ci lascia sgomenti. Come Movimento 5 Stelle calabrese esprimiamo il nostro cordoglio e ci stringiamo, con affetto e commozione, intorno alla sua famiglia e a tutte le persone a lei care. Oggi è una giornata di grande dolore per tutta la Calabria”. Lo affermano, in una nota, i parlamentari M5S Francesco Sapia, Giuseppe d’Ippolito e Paolo Parentela. “Ci addolora la scomparsa prematura della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli- proseguono Sapia, d’Ippolito e Parentela – che con forza e coraggio stava lottando contro un brutto male. Davanti alla notizia, che tocca nel profondo la Calabria e la politica italiana, ogni parola può essere inadeguata, insufficiente. Esprimiamo la nostra vicinanza e il nostro affetto ai familiari, ai collaboratori e a tutte le persone vicine alla presidente. Ricorderemo – concludono i parlamentari M5S – lo spirito combattivo, esemplare, con cui la presidente Santelli ha affrontato la sua vicenda personale”.

    “Senza parole. Attonito per la morte improvvisa, inaspettata, dolorosa di Jole Santelli. Incapace di immaginare nella fredda immobilità della morte la sua gioiosa vitalità e il suo sorriso, sempre capace di trasformare l’agire politico in un incontro tra persone. E’ sempre stato così: in Parlamento, al Ministero, al Comune e da ultimo in Regione. Pronta ad ascoltare e a ricercare soluzioni quanto più condivise possibili, attenta al merito delle persone e sempre ancorata ai valori solidi della democrazia liberale. Ora è il momento di stringersi al dolore della sua famiglia, alla quale esprimo il più sentito cordoglio”. Così Antonio Viscomi, deputato calabrese del Partito Democratico, appresa la notizia della morte di Jole Santelli, Presidente della Regione Calabria.

    Il presidente di Unindustria Calabria, Aldo Ferrara, insieme ai colleghi presidenti delle articolazioni territoriali provinciali Fortunato Amarelli, Rocco Colacchio, Mario Spanò e Domenico Vecchio, il presidente di Ance Calabria Giovan Battista Perciaccante insieme ai colleghi presidenti delle articolazioni territoriali provinciali Luigi Alfieri, Gaetano Macrì, Giovanni Mazzei e Francesco Siclari, il vicepresidente nazionale Natale Mazzuca, la presidente regionale del gruppo Giovani Imprenditori Marella Burza, il presidente di Piccola industria regionale Daniele Diano e gli organismi direttivi tutti esprimono profondo cordoglio per la morte della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.

    Prima presidente donna della Calabria, Santelli ha lavorato alacremente per il rilancio della nostra terra dimostrando grandi capacità di ascolto e di programmazione. Figura carismatica e forte dal carattere combattivo e determinato che l’ha portata ad affermarsi anche a livello nazionale con prestigiosi e autorevoli incarichi, quali quello di sottosegretaria di Stato al Ministero della giustizia, nonché di sottosegretaria al Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

    Dal momento della sua elezione a presidente della Calabria, ha svolto il suo incarico con grande impegno ,dedizione e sensibilità. Non da ultimo si ricorda il grande sforzo della presidente Santelli a sostegno dell’imprenditoria calabrese con la stipula del protocollo per lo sviluppo dell’economia.

    La notizia di oggi lascia in tutti noi un grande vuoto.

    Alla famiglia della presidente, Unindustria Calabria esprime le più sincere condoglianze

    “È una notizia che mi ha assolutamente sconvolto e sono molto addolorato, innanzitutto dal punto di vista umano; non è possibile che una giovane donna di 51 anni possa lasciarci in questa maniera”.

    E’ quanto dichiara in una nota il direttore generale dell’Arpacal, dr. Domenico Pappaterra, commentando la notizia della morte del presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.
    “Mi dispiace – afferma Pappaterra – anche per la nostra cara Calabria che Jole amava tanto, perché finalmente aveva trovato una guida motivata, appassionata e politicamente esperta per dare delle risposte a questa nostra terra sfortunata che tanto ha bisogno di aiuto, ma soprattutto ha bisogno di uomini e donne di grande volontà. Siamo entrati insieme in Parlamento nel 2001 e, sebbene fossimo in due aree politiche differenti , con posizioni parlamentari altrettanto differenti, la nostra amicizia si è sempre consolidata negli anni sulla base di un forte e reciproco rispetto , al punto tale che una volta eletta presidente della Regione Calabria , con il sottoscritto direttore generale dell’Arpacal nominato dalla precedente giunta 7 mesi prima, le presentai una relazione sulle mie attività nell’ente dando la mia disponibilità, qualora lei lo reputasse opportuno , di lasciare la strada ad altre scelte governative. Lei invece mi incoraggiò ad andare avanti nell’opera di riorganizzazione dell’agenzia ambientale calabrese, a dimostrazione di non avere paraocchi politici , di credere nella volontà delle persone e soprattutto avere una visione che prescindeva dall’appartenenza politico culturale”.

    La Giunta di CIA – Agricoltori Italiani della Calabria, nell’apprendere la notizia della improvvisa e prematura dipartita della Presidente Iole Santelli, esprime cordoglio per quanto accaduto.
    “Siamo profondamente e sinceramente rammaricati per l’improvvisa scomparsa della governatrice, per quanto noti i suoi importanti problemi di salute, tutti gli agricoltori e le agricoltrici di CIA – Agricoltori Italiani della Calabria si uniscono al dolore della famiglia della Presidente Santelli” queste le parole del Presidente Nicodemo Podella.

    Più informazioni su