Ricorso al Tar: per i giudici ha ragione il Centro clinico San Vitaliano

Dichiarato illegittimo il silenzio serbato dal commissario volta ad ottenere l’autorizzazione all’apertura di un centro diagnostico e poliambulatoriale specialistico ad Amantea

Più informazioni su

    Per il Tar ha ragione il Centro Clinico San Vitaliano e non il commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Calabria. I giudici amministrativi hanno, infatti, accolto il ricorso del Centro dichiarando illegittimo il silenzio serbato dal Commissario volta ad ottenere l’autorizzazione all’apertura di un centro diagnostico e poliambulatoriale specialistico, ad Amantea e denominato Adelchi, condannando, al contempo, al pagamento di duemila euro.

    Il Centro Diagnostico San Vitaliano S.r.l. ha presentato, nel marzo 2019, un’ istanza volta ad ottenere l’autorizzazione all’apertura di un centro diagnostico e poliambulatoriale specialistico ad Amantea, denominato “Adelchi” per il quale l’Asp di Cosenza aveva rilasciato il previsto parere di compatibilità, con contestuale avvio della procedura autorizzativa.

    A ciò è seguita la trasmissione del parere al Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria sede di Catanzaro, per l’emanazione del decreto di autorizzazione, di competenza del Commissario ad acta per l’attuazione del Piano di rientro dal disavanzo del settore sanitario della Regione Calabria.

    Il Commissario ad acta, nonostante l’inoltro di diffida in data 13 aprile 2020, non si è pronunciato sull’istanza.

    La società Centro Diagnostico San Vitaliano ha, quindi, proposto ricorso, chiedendo che sia ordinato al Commissario ad acta di pronunciarsi sull’istanza, nel termine non superiore a trenta giorni, con ogni consequenziale statuizione. Il resto è storia di oggi e coincide con la pronuncia del Tar con sentenza pubblicata il 24 dicembre.

    Più informazioni su