Soprintendenza Archeologia, la battaglia si sposta al Consiglio di Stato

Ok della giunta comunale a promuovere ricorso in appello

Più informazioni su

    Soprintendenza Archeologia, la battaglia si sposta al Consiglio di Stato. Il Comune di Catanzaro, con apposita delibera di giunta, ha, infatti, deciso di promuovere ricorso in appello contro la sentenza   13991/2020 del 10 novembre del TAR Lazio, con nomina sia congiunta che disgiunta dei legali interni dell’Ente. Ricordiamo che Palazzo de Nobili aveva proposto ricorso innanzi al T.A.R. Lazio  al fine di evidenziare l’evidente violazione di ogni criterio di ragionevolezza, motivazione, efficienza, efficacia, istruttoria, parità di trattamento posti in essere con l’attività amministrativa impugnata con richiesta di annullamento del decreto ministeriale del 28 gennaio 2020  nella parte in cui individua in Crotone e non in Catanzaro la sede della neo istituita Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Catanzaro e Crotone.

    Il Tar del Lazio ha, però, dichiarato inammissibile il ricorso del Comune di Catanzaro. Dal canto suo, qualche giorno fa, la Provincia di Catanzaro ha impugnato la sentenza del Tar Lazio, dinanzi al Consiglio di Stato, contro il M. dei B. e delle A. C. e del T., la Provincia di Crotone, il Comune di Crotone.

    Più informazioni su