Quantcast

Cartellino rosso: 57 rinviati a giudizio. Processo al via il prossimo 9 maggio

Coinvolti dipendenti di Asp e Pugliese-Ciaccio. Secondo l'accusa, dirigenti e dipendenti si sarebbero allontanati dal posto di lavoro senza timbrare il cartellino per poi essere coperti da amici compiacenti

Più informazioni su

    Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Catanzaro Alfredo Ferraro ha rinviato a giudizio 57 persone per truffa ai danni di un ente pubblico e di attestazione fraudolenta della presenza in servizio nell’ambito del procedimento legato all’operazione Cartellino rosso. Il processo inizierà il prossimo 9  maggio.

    Tutto è cominciato circa un anno fa quando è stata emessa un’ordinanza cautelare di interdizione dal servizio per 15 dipendenti Asp e Pugliese Ciaccio emessa dal gip del Tribunale di Catanzaro Claudio Paris, su richiesta della Procura. Secondo l’accusa, dirigenti e dipendenti si sarebbero allontanati dal posto di lavoro senza timbrare il cartellino per poi essere coperti da amici compiacenti.

    Ecco i rinviati a giudizio: Marcello Ferro, 58 anni, Filomena Minichini, 67 anni; Michele Merola, 64 anni; Rossella Marchio, 57 anni;Tommaso Caligiuri, 56 anni; Donato Modugno, 69 anni; Leandro Bianchi, 66 anni; Salvatore Abramo, 60 anni; Antonio Facciolo, 60 anni; Vincenzo Ursini, 66 anni; Giacobbe Leone, 64 anni; Giovanni Manno, 55 anni; Massimo Costa, 57 anni; Ivan Mancuso, 45 anni. ; Carlo Nisticò, 62 anni; Francesco Salvatore Sinopoli, 64 anni; Silvano Tolomeo, 68 anni; Alessandro Ruggiero, 59 anni; Carmine Lopez, 65 anni; Vitaliano Palaia, 60 anni; Rosario Tomarchio, 56 anni; Mario Mangiacasale, 67 anni; Enrico Caruso, 58 anni; Maurizio Mazziotti, 57 anni; Giuseppe Raciti, 63 anni; Giovanni Ronchi, 65 anni; Giuseppe Folino Gallo, 51 anni; Antonio Aloi, 58 anni; Giorgio Costantino, 64 anni; Vincenzo Mancuso, 54 anni; Leonardo Notaro, 64 anni; Bruno Umbro, 57 anni; Salvatore Sollima, 45 anni; Annamaria Mazza, 63 anni, di Catanzaro; Pasquale Santaguida, 50 anni; Nicola Battista, 65 anni;Raffaele Capicotto, 65 anni; Saverio Fontanella, 64 anni; Onofrio Francesco Galati, 53 anni; Rosario Mungo, 62 anni; Luigi Raimondo, 63 anni; Carmine Nicoletta, 63 anni; Anna Matteini, 60 anni; Sergio Tulelli, 65 anni; Domenico Montuoro, 62 anni; Mario Calabretta, 64 anni; ; Benito Rocco Scalone, 59 anni; Carmine Parrottino, 66 anni; Caterina Tallarico, 56 anni; Rosa Vaccaro, 62 anni; Caterina Falcone, 58 anni;Teresa Arena, 53 anni; Rocco Gregorio Riccio, 66 anni; Michele Cristofaro, 57 anni; Alfredo D’Aloja, 57 anni e Assunta Dante, 48 anni.

    Per uno degli indagati: Giuseppe Ciambrone il procedimento si è concluso con un patteggiamento (due anni di reclusione)
    Tra gli avvocati della difesa Eugenio Felice Perrone, Sonia Mirarchi, Valerio Murgano, Aldo Casalinuovo, Domenico Pietragalla, Vittoria Aversa, Danilo Iannello, Vincenzo Ioppoli, Saverio Loiero e Armodio Migali.

    Più informazioni su