Quantcast

Liberi di scegliere: sabato l’incontro all’Istituto De Nobili

Libro scritto dal presidente del Tribunale di Catania  Roberto Di Bella e Monica Zapelli

Più informazioni su

    Si terrà sabato 24 aprile presso l’Istituto De Nobili di Catanzaro il convegno avente ad oggetto il dibattito sul libro “Liberi di scegliere” scritto dal presidente del Tribunale di Catania  Roberto Di Bella e Monica Zapelli, promosso dall’ Associazione “La voce della legalità“, in modalità on line su piattaforma google meet.

    Al via all’evento con i saluti istituzionali e gli interventi del dirigente scolastico  Angelo Gagliardi, della Presidente della Voce della legalità e del suo vice e coordinatore, rispettivamente   Giulia Anna Pucci e  Simone Rizzuto. Seguirà l’introduzione ai lavori da parte della moderatrice   Bruna Siviglia, presidente dell ‘associazione “B. S. Bene sociale ” che da diversi anni sta portando avanti insieme al Dott. Di Bella il progetto “Giustizia e umanità liberi di scegliere” nelle scuole di tutta Italia, istituendo anche concorsi per gli studenti che prendono via via parte al progetto.

    Di seguito gli interventi dell ‘attore catanzarese ed interprete del film liberi di scegliere Francesco Colella e della cantastorie calabrese Francesca Prestia. Seguirà il dibattito del presidente Di Bella con i ragazzi del De Nobili. Il Presidente Di Bella per ben 25 anni è stato Presidente del tribunale dei minorenni di Reggio Calabria, dando vita ad una vera e propria rivoluzione nella giustizia minorile, calabrese e nazionale, le cui intuizioni lungimiranti e coraggiose attività hanno reso il predetto Trib un posto di frontiera. Di bella ha adottato un protocollo totalmente innovativo nel panorama giudiziario, che prevede l’allontanamento dei minori da famiglie ‘ndranghetiste con contestuale reinserimento abitativo e lavorativo fuori dalla regione. Provvedimento dopo provvedimento, il protocollo ” Liberi di scegliere” ha rivoluzionato l’ intera magistratura minorile, grazie alla sottoscrizione di due protocolli d’Intesa, finalizzati alla realizzazione del progetto volto a garantire una concreta alternativa di vita ai minori provenienti da contesti familiari di ‘ndrangheta – uno tra i Ministeri della Giustizia e dell’interno, Regione Calabria e uffici giudiziari della stessa, e l’altro tra il Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio, il Tribunale per i minorenni, la Procura distrettuale per i minorenni di Reggio Calabria, la Procura Nazionale Antimafia e l’associazione Libera, sostenuto dalla Cei. Il progetto ha quindi assunto una valenza operativa nazionale, grazie alla clausola che estende a tutti i Tribunali per i minorenni d’Italia ed alle DDA di poter accedere alla rete di protezione sociale prevista dal Protocollo. Da questo progetto straordinario nasce il libro del Giudice Di Bella scritto con la sceneggiatrice Monica Zapelli, sul quale verterà il dibattito con gli studenti il 24 aprile. Dall’esperienza del presidente è stata inoltre tratta la bella fiction “Liberi di scegliere” prodotta da Rai fiction e trasmessa il 22 gennaio 2019 su raiuno.

    Da ultimo, il Miur ha recentemente diramato una circolare a tutti gli Istituti Superiori prevedendo la possibilità che il libro Liberi di scegliere venga adottato come testo di educazione civica.

    Più informazioni su