Quantcast

Rita, la studentessa di Curinga che guadagna la medaglia di bronzo a RiciClick

Concorso promosso da RICREA, il Consorzio Nazionale senza scopo di lucro per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Acciaio

Più informazioni su

    Nonostante l’emergenza Covid-19, che anche quest’anno ha messo a dura prova l’anno scolastico, si è concluso il progetto di educazione ambientale RiciClick promosso da RICREA, il Consorzio Nazionale senza scopo di lucro per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Acciaio, con il patrocinio del Ministero dell’ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, e rivolto agli alunni delle scuole secondarie di tutta Italia.

     

    RiciClick è un contest fotografico rivolto ai ragazzi delle scuole medie, che ha il duplice obiettivo di rivelare i trucchi per scattare bellissime foto con lo smartphone e insegnare loro a non disperdere nell’ambiente gli imballaggi usati d’acciaio, facendo una corretta raccolta differenziata.

    Sono stati oltre 1000 i partecipanti che hanno inviato la loro foto migliore, coerente con il tema “Mi rifiuto!”, per un totale di 100 scuole su tutto il territorio nazionale.

    A conclusione dell’iniziativa, la giuria ha premiato come terzo classificato Rita Veneziano, classe III A dell’Istituto Comprensivo Curinga dell’omonima città in provincia di Catanzaro, per la fotografia dal titolo “Mi rifiuto di stare qui!”. Per la giovane autrice l’inquinamento è tra i problemi più critici che colpiscono oggi il mondo, e capita spesso di trovare in spiaggia materiali di acciaio e altri rifiuti abbandonati: la sua opera rappresenta dunque la rinuncia a vivere inquinando la natura. A Rita va in premio un trofeo con la riproduzione su lastra d’acciaio della propria foto mentre la sua classe riceverà una gift card per l’acquisto di materiale didattico.

    La stessa scuola ha visto altri quattro alunni essere insigniti di una speciale menzione: Federico Pascale (III A), Francesco Antonio Serratore (I A), Elena De Pace (II D), Maria Luisa De Pace (II A). Le fotografie premiate e quelle selezionate dalla giuria con una menzione speciale saranno raccolte in una pubblicazione cartacea che verrà regalata alle loro classi.

     

    “Insegnare alle nuove generazioni il valore del riciclo attraverso la raccolta differenziata è fondamentale, e per questo la scuola è per noi un obiettivo prioritario” – ha spiegato Roccandrea Iascone, responsabile comunicazione di RICREA – “Con questa iniziativa invitiamo gli alunni a utilizzare il proprio smartphone per realizzare scatti fotografici, spiegando poi in modo efficace e divertente che gli imballaggi in acciaio come scatolette, barattoli, bombolette, latte, fusti e tappi corona, si riciclano al 100% e all’infinito, per rinascere sotto nuove forme. Sono una risorsa, e dopo l’utilizzo è importante conferirli correttamente nel contenitore per la raccolta dei metalli”.

     

    Più informazioni su