Quantcast

Sant’Anna Hospital, Fiorita accanto ai lavoratori

"Domani sarò di nuovo in piazza accanto a loro"

Più informazioni su

    «Domani, 1 maggio sarò in piazza per i dipendenti della clinica “Sant’Anna Hospital”». È quanto scrive Nicola Fiorita in un comunicato stampa sulla vicenda della clinica catanzarese: «Mentre il Paese cerca disperatamente operatori sanitari – afferma Fiorita – la Calabria rischia di perdere un patrimonio di alta professionalità proprio in questo campo. Nella vicenda del “Sant’Anna Hospital”, due sono i temi aperti e pressanti: la salvaguardia dei posti di lavoro e delle relative professionalità e il mantenimento degli standard qualitativi in cardiologia e cardiochirurgia raggiunti in Calabria proprio grazie a quei professionisti. Non è certo una novità che l’emigrazione sanitaria sia uno dei problemi che impedisce il risanamento dei conti del sistema sanitario regionale: perdendo un pezzo importante come la cardiochirurgia, il saldo negativo continuerà ad aumentare».

    «Senza entrare nel merito della vicenda amministrativa e giudiziaria che coinvolge aspetti tecnici di cui solo i protagonisti hanno piena contezza – aggiunge Fiorita – non ho dubbi che si possano trovare le soluzioni attraverso cui rispettare i due punti e confido che tutti gli attori coinvolti sapranno contemperare le esigenze sanitarie e la salvaguardia dei livelli occupazioni con la cornice normativa entro cui è sempre obbligatorio muoversi. Auspico, però, che le soluzioni siano trovate al più presto possibile: ne va della salute dei calabresi e ne va del lavoro di tantissime di persone».

    «Per ribadire l’importanza di questi punti – conclude la nota -, domani sarò di nuovo in piazza per i lavoratori della clinica, per chiedere che si trovi a breve una soluzione definitiva e si restituisca a loro e a noi tutti la speranza e la fiducia nelle istituzioni e nel futuro della Calabria».

    Più informazioni su