Quantcast

No ai colpi di mano ai danni del Sant’Anna. L’appello di Veraldi

L'appuntamento è il 21 maggio davanti alla sede dell’Asp con i lavoratori

Più informazioni su

     “La Clinica Villa Sant’Anna rappresenta per tutta la Calabria quel posto dove affidarsi alle cure evitando l’emigrazione sanitaria al nord. Uso oramai diffuso nella nostra Calabria”. Lo afferma in una nota Stefano Veraldi, il quale continua: “In una regione commissariata da 14 anni parrebbe che la clinica rappresenti un lusso per noi che gestiti da politici incompetenti in questo settore, sembra che vogliano amplificare l’emigrazione sanitaria piuttosto che arginarla”.

    “Nessuno di noi può restare indifferente davanti ai 400 lavoratori che coordinati magistralmente dai quei Medici che in pochi anni hanno reso la Clinica un’eccellenza stessa creatasi con lavoro e sacrifici.

    Il Pne del Ministero della Salute lo colloca tra le eccellenze per la Cardiochirurgia.  Il Sant’Anna Hospital  – continua – è un patrimonio culturale e scientifico meridionale che deve essere protetto. Per questo motivo accetto l’invito di Sergio Costanzo di ritrovarci tutti insieme. Il 21 maggio alle ore 10:00 davanti alla sede dell’Asp in Via Pio X con i lavoratori, invitando quanti potranno ad essere presenti per impedire che la triade commissariale possa compiere colpi di mano contro il Sant’Anna, contro la Città di Catanzaro e contro la Calabria”.

    Più informazioni su