Quantcast

Periferie abbandonate, la denuncia di Stefano Veraldi

"Questi luoghi non possono essere considerate dormitori o bacino di voti a ridosso delle elezioni"

Più informazioni su

    “La città di Catanzaro, capoluogo della Regione Calabria ha un centro storico e una periferia che si estende dal mare fin su le colline e vive da anni situazioni di disagio. Lungo l’elenco di disservizi e guasti che i cittadini del quartiere Aranceto debbono affrontare ogni giorno”. Lo afferma in una nota Stefano Veraldi: “Ad esempio, l’illuminazione pubblica spenta, strade che si trovano in un pessimo stato di manutenzione, per non parlare di perdite idriche, di abbandono di rifiuti e di vetture e motocicli smontati sparsi per tutto il quartiere”.

    “Se si percorrono le strade dell’Aranceto o quelle di Viale Isonzo – si legge nella nota – potremmo notare che le strade continuano ad essere buie e non sicure, l’erba cresce alta, dando al paesaggio un aspetto di abbandono. Nel percorrere le strade della nostra periferia quello che non ci può sfuggire è la mancanza di punti di aggregazione per i più giovani, pochi i giardinetti dove i bambini possono giocare e quei pochi presenti completamente abbandonati senza mai essere manutentati. Una buona amministrazione si adopera per rendere i quartieri più belli e più sicuri. Una buona amministrazione sa ascoltare le persone e le rende partecipi nel momento in cui si organizzano eventi, manifestazioni riguardanti la città”.

    “Una buona amministrazione sa dare soluzioni e sa risolvere i problemi, – continua la nota – perché le periferie non possono essere considerate dormitori, o bacino di voti a ridosso delle elezioni, ma, luoghi dove le persone possono vivere al meglio. Le periferie sono parti fondamentali della nostra città, investire su di loro significa migliorare tutta la nostra città, rendendola più vivibile e bella”.

    Più informazioni su