Quantcast

Associazione forense Diritto di Difesa, Grande nuovo presidente

Passaggio del testimone nel segno della continuità per quanto i componenti del Direttivo

Più informazioni su

    Passaggio del testimone al vertice dell’associazione forense Diritto di Difesa. Nel corso dell’assemblea dei soci dello scorso venerdì 28 maggio, è stato designato il nuovo Presidente del sodalizio sinora guidato dall’avv. Giuseppe Costabile.

    I soci di Diritto di Difesa hanno individuato nell’avvocato Francesco Grande il nuovo Presidente e nell’avvocato Bruno Talarico il vicepresidente, entrambi eletti per acclamazione dei presenti. Un passaggio del testimone, comunque, nel segno della continuità per quanto riguarda gli ulteriori componenti del Consiglio Direttivo, laddove viene confermata la carica di tesoriere all’avv. Vincenzo Puntoriero e quella di segretario all’instancabile avv. Paolo Piccinini.

    Il nuovo Consiglio Direttivo è altresì composto da gli avvocati Benito Apollo, Vincenzo Agosto, Giuseppe Costabile e Giuseppe Placanica. Probiviri gli avvocati Daniela Palaia, Nicola Tavano, Fabrizio Laudadio e Ileana Pileggi. Il neo presidente Francesco Grande ha inteso ringraziare il presidente uscente, avv. Costabile, per il lavoro e l’impegno profuso nel corso di questo difficile anno in cui l’attività associativa è stata profondamente segnata dalla pandemia. Invero l’impossibilità di svolgere le consuete attività formative e ancora più quelle culturali, che da sempre hanno caratterizzato l’attività associativa, ha fortemente condizionato le cicliche rassegne del sodalizio.

    Diritto di Difesa, infatti, negli anni, si è contraddistinta per l’estrema vitalità dei suoi appuntamenti e il grande interesse suscitato su temi di ampia attualità. Il presidente avv. Grande, quindi, con il plauso dell’intero Consiglio Direttivo, ha inteso riproporre la rassegna de “I Pomeriggi Letterari”, laddove si erano interrotti a fine 2019, proprio per l’insorgenza della pandemia.

    Diritto di Difesa, quindi, procederà a breve ad individuare saggi e romanzi e più in generale pubblicazioni che legano il mondo della letteratura a quello del diritto, per proporre ai soci e non solo, nel rispetto delle vigenti disposizioni, le consuete “digressioni sul tema” della giustizia e dei diritti, descritti attraverso le pagine e la penna di autori noti e meno noti.

    Più informazioni su