Quantcast

Approvazione variante SS 106 Catanzaro-Crotone, Cgil Area Vasta: l’Anas acceleri i tempi e cantierizzi subito

'Si proceda subito alla cantierizzazione dell'opera'

Più informazioni su

     “L’approvazione della proposta di variante all’itinerario in variante sulla Statale 106 tra Catanzaro e Crotone, da parte dei sindaci dei territori interessanti, è una notizia molto positiva che lascia ben sperare per il futuro prossimo e per quello che significherà la realizzazione di quest’ora.

    Parliamo di una infrastruttura che sarà capace di rompere l’atavico isolamento a cui sono condannate molte zone di quell’area, che ridurrà sensibilmente i tempi di percorrenza per raggiungere i due capoluoghi di provincia Catanzaro e Crotone e collegherà più facilmente i Comuni montani e costieri alle principali vie di comunicazione e alle infrastrutture, Ma soprattutto, garantirà un miglioramento degli standard di sicurezza per un’arteria che non a caso viene definita come la strada della morte”. E’ quanto affermano il segretario generale della Cgil Area Vasta Catanzaro-Crotone-Vibo, Enzo Scalese e Rossella Napolano, segretaria con delega alle Infrastrutture

    “Come abbiamo ribadito nella piattaforma programmatica per l’area centrale della Calabria redatta in maniera unitaria con Cisl e Uil per il rilancio tema della mobilità è fondamentale sia per definire i livelli di accesso ai servizi di cittadinanza indicati come pilastri della strategia di rilancio delle aree interne – a partire da lavoro, sanità e istruzione -, sia per la concreta realizzabilità di gran parte dei progetti di sviluppo locale. Occorre ripensare quindi l’attuale rete dei servizi di trasporto pubblico locale – su ferro e su gomma – rafforzando/istituendo servizi di collegamento tra le aree interne e i maggiori poli erogatori di servizi”, affermano ancora Scalese e Napolano.

     “Sul tavolo, quindi, c’è un cospicuo finanziamento ricevuto dal Governo e la preziosa collaborazione di Anas Spa – concludono Scalese e Napolano -. Quello che è fondamentale adesso è che si proceda subito alla cantierizzazione dell’opera e soprattutto che l’Anas garantisca l’impegno ad accelerare i tempi della realizzazione di questa infrastruttura che l’area centrale della Calabria aspetta da troppo tempo”.

    Più informazioni su