Quantcast

Studenti alla scoperta delle emozioni con il Pon estate

Iniziativa promossa all' Istituto comprensivo “Ilaria Alpi"

Più informazioni su

    Non hanno tediato nessun discente i tre progetti formativi Pon estate, promossi dall’Istituto comprensivo “Ilaria Alpi” di Botricello, dirigente scolastica Isabella Marchio.

    Dal teatro alla musica passando per lo sport:  ogni attività progettuale ha trasmesso valori, nozioni ed emozioni. Come? Optando per i laboratori, per il saper fare:  va da sé che  attiva è stata la partecipazione dei discenti botricellesi.

    Il progetto arte, scrittura creativa e teatro, denominato “Alla scoperta delle emozioni” e coordinato dalle insegnanti Silvana Grano e Rossella Sestito,  ha stimolato la creatività degli allievi della primaria come percorso personale di crescita e  si è basato sulla sinergia tra teatro, arte e musica, anche con organizzazione di un seguitissimo spettacolo.

    Spazio anche per lo sport con protagonisti gli alunni della classe quinta della primaria. Le attività proposte hanno avuto come obiettivo quello di migliorare resistenza e coordinazione dei piccoli atleti che hanno fatto igiene fisica  con giochi di squadra, gare di velocità, staffette a gruppi.

    Il Pon di educazione motoria è stato realizzato dalle maestre Antonella Versea e Carolina Mendicino.

    Esiti confacenti alle attese anche per il Pon “Musica e Canto”, coordinato dalle professoresse  Tiziana Meloni e Teresa Bianco.  Venti ragazzi e ragazze della scuola secondaria di primo grado hanno partecipato con vivo interesse, trasmettendo con note e canzoni messaggi di gioia e resilienza.

    Tre  progetti Pon, fortemente voluti dall’esperta dirigente Isabella Marchio, sono stati ideati per rafforzare socialità e apprendimenti: missione compiuta con coinvolgimento di sessanta alunni e trenta ore di lezione per ogni percorso formativo. Non cosa da poco .La didattica a distanza ha causato demotivazione tra educatori e alunni: la risposta attendibile dell’Istituto comprensivo “Ilaria Alpi” è quella di fare scuola in presenza e farlo con gioia.

     

     

     

     

     

    Più informazioni su