Quantcast

Rilancio dello sviluppo economico e della competitività territoriale, protocollo Unioncamere-Mise

Siglato questa mattina a Lamezia Terme

Più informazioni su

    Il ministero dello Sviluppo Economico, Direzione generale per le Attività territoriali – Ispettorato Territoriale Calabria e Unioncamere Calabria hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per il rilancio dello sviluppo economico e della competitività territoriale. L’accordo è stato presentato oggi nella sede di Unioncamere Calabria a Lamezia Terme. Il protocollo è stato approvato dal Consiglio di Unioncamere Calabria che ha presenziato alla conferenza stampa con i consiglieri, i presidenti Klaus Algieri (Camera di commercio di Cosenza, Antonino Tramontana (Reggio Calabria), i commissari straordinari Daniele Rossi (Catanzaro), Alfio Pugliese (Crotone), Sebastiano Caffo (Vibo Valentia). Alla conferenza è intervenuto, via web, il viceministro allo Sviluppo economico Gilberto Pichetto Fratin e, in presenza, Giulio Mario Donato, dirigente Mise c/o il Segretariato generale e, ad interim, responsabile regionale dell’Ispettorato territoriale Calabria. “Rivolgo un sentito ringraziamento al Presidente di Unioncamere Calabria ed al Segretario Generale per l’invito ricevuto – ha affermato Pichetto Fratin – e colgo l’occasione per ribadire il ruolo esercitato dal Ministero sia come sindacato per rispondere alle esigenze del sistema delle imprese sia come sportello di consumatori e interfaccia sui territori.

    L’intesa siglata oggi con il sistema regionale delle Camere di commercio è utile alla Calabria e rappresenta una delle modalità che il MISE utilizza per favorire la trasformazione tecnologica e digitale del Paese. Il PNRR costituisce una reale opportunità per cogliere al meglio le sfide del futuro e in questa direzione occorre spendere i fondi resi disponibili per realizzare buoni investimenti. Il protocollo odierno intende essere la cinghia di trasmissione tra il Governo e i corpi intermedi”.

    “La sottoscrizione del protocollo d’intesa con il MISE bene si colloca nel più ampio quadro del PNRR, un ambizioso progetto di riforme e investimenti per l’ammodernamento del Paese predisposto dal Governo al fine di accedere ai fondi del Next Generation EU (NGEU) – ha affermato Klaus Algieri, presidente di Unioncamere Calabria – e certamente rappresenta un’opportunità efficace di collaborazione interistituzionale, la prima attivata tra uno Sportello MISE e il sistema camerale sull’intero territorio nazionale, capace di amplificare e rafforzare specialmente in un sistema imprenditoriale fragile come quello calabrese le iniziative messe in campo dal sistema camerale regionale anche attraverso il ricorso puntuale e ragionato alle tecnologie digitali”.

    Considerata l’attuale congiuntura economica sfavorevole causata dal quadro pandemico mondiale, è scritto in una nota, il Mise e Unioncamere Calabria, in rappresentanza delle Camere di commercio calabresi, “convengono sulla necessità di implementare azioni comuni volte a sviluppare ed a supportare la competitività delle imprese regionali ed a promuovere la corretta applicazione ed utilizzo delle tecnologie digitali nell’organizzazione della pubblica amministrazione e nel rapporto tra questa, i cittadini e le imprese, nel rispetto dei principi di legalità, imparzialità e trasparenza e secondo criteri di efficienza, economicità ed efficacia”.

    La collaborazione messa a punto vede, da un lato, il ruolo di Unioncamere Calabria quale partner della rete Enterprise Europe Network creata dalla Commissione Europea a supporto delle PMI e le competenze del sistema camerale regionale sulla digitalizzazione d’impresa attraverso i Punti Impresa Digitale (PID) e, dall’altro, il ruolo degli “Sportelli MISE” che operano quale interfaccia della Amministrazione Centrale sul territorio rispondendo alle esigenze di aziende e cittadini erogando servizi di informazione e prima assistenza sulle aree di competenza del Ministero. Le attività oggetto dell’accordo potranno concretizzarsi nello sviluppo e nella realizzazione delle azioni contenute nel Piano operativo della Strategia Nazionale per le Competenze Digitali con particolare riferimento ad interventi agevolativi in favore della trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese del territorio.

    Più informazioni su