Quantcast

Riforma Cartabia, l’analisi fatta Gratteri a Travaglio: “Passi in avanti ma processi non abbreviati”

Perché ha rinunciato a guidare alla Procura di Milano? "Punto ad un altro ufficio giudiziario"

Più informazioni su

    Il nuovo testo della riforma Cartabia visto dal procuratore Nicola Gratteri: dall’intervista, pubblicata oggi da “Il Fatto Quotidiano” emergono alcuni dubbi del magistrato che ammette i passi in avanti fatti ma lamenta la lungaggine dei processi che saranno tagliati ma non più brevi. In sostanza secondo Gratteri “l’improcedibilità non velocizza i processi anzi li moltiplica incoraggiando le impugnazioni strumentali ad allungare i tempi”.

    E sulla scelta di rinunciare alla corsa per guidare la Procura di Milano, Gratteri precisa che ciò gli consentirà di restare di più come procuratore di Catanzaro ma, anche, di puntare ad un altro ufficio giudiziario. Quale? Alla domanda di Marco Travaglia se possa essere la Procura nazionale Antimafia, Gratteri risponde così: “Chissà…”.

    Più informazioni su