Quantcast

A Sellia saranno realizzati un teatro all’aperto e nuovi spazi ricreativi, i progetti illustrati dal sindaco Davide Zicchinella foto

Luoghi di incontro e confronto per stimolare la socializzazione e la curiosità intellettuale e contrastare gli effetti negativi sullo sviluppo psicofisico dell’eccessivo uso di strumenti digitali

Più informazioni su

    Un teatro all’aperto e nuovi spazi ricreativi per strappare i più piccoli dalla dipendenza da tablet e tv. Da sindaco-pediatra, Davide Zicchinella, sta lavorando per creare il maggior numero di spazi ricreativi nel borgo di Sellia che già vanta contenitori culturali importanti dedicati ai bambini e ai ragazzi: dal Museo dei bambini a quello del Fumetto, dal Museo della Scienza al Parco avventura, luoghi di incontro e confronto per stimolare la socializzazione e la curiosità intellettuale e contrastare gli effetti negativi sullo sviluppo psicofisico dell’eccessivo uso di strumenti digitali e delle ore trascorse davanti agli schermi di ogni tipo. Da un lato, quindi, sono iniziati i lavori per realizzare a Sellia un piccolo teatro all’aperto in uno spazio tanto suggestivo quanto panoramico: si tratta dello spazio antistante i resti nostro Castello Bizantino e di fronte l’antica chiesa di San Nicola che può quindi vantare un naturale affaccio su un braccio del mar Ionio che va da Soverato a Le Castella; e dall’altro si punta a recuperare l’area dell’ex campo sportivo che sarà recuperata grazie al finanziamento ministeriale di 700 mila euro sport e periferie.

    “Attraverso interventi minimi, con l’uso di materiali che rispettino l’incanto circostante, il nostro piccolo teatro sarà infatti inserito in uno spazio verde che non solo non sarà alterato, ma che diventerà un “piccolo bosco sacro” perché saranno piantumati alberi, piante ed arbusti – spiega Zicchinella – Tutta l’area sarà arricchita grazie alla istallazione, nel tempo, di statue, vasi, fontane ed altri leggeri elementi artistici ed architettonici che richiameranno le nostre origini magnogreche. Le statue di Athena ed Apollo troveranno posto in questo spazio che rappresenterà, plasticamente, un delicato ritorno alle nostre antichissime origini. A lavori ultimati ci impegneremo per far realizzare nel suggestivo teatro tante rappresentazioni, in forma di tragedie e commedie greche. Anzi ci stiamo già lavorando. Tanti sono già stati i contatti con diverse associazioni teatrali operante sul territorio regionale e non solo. Siamo certi che preparata la scena arriveranno presto attori e pubblico”.

    “Nell’area dell’ex campo sportivo pensiamo di realizzare un vero villaggio dello sport. Con anche tanti piccoli spazi attrezzati per bambini e ragazzi – conclude Zicchinella – Per passare dal virtuale al reale, perché calciare realmente un pallone, schiacciarlo, mandarlo a canestro non è lo stesso che farlo con in mano una console, davanti uno schermo, o, peggio ancora, un visore”.

    Più informazioni su