Quantcast

Gli architetti di Catanzaro “nello spazio delle comunità resilienti”

L'occasione da non perdere: “Avere le comunità resilienti a Catanzaro”

Più informazioni su

    “Nello spazio delle Comunità Resilienti” organizzato dall’Ordine degli Architetti di Catanzaro:   giovedì 28 presso la Casa delle Culture della Provincia di Catanzaro l’ evento ufficiale del Padiglione Italia della 17esima Biennale di Venezia.

    Un momento di grande rilevanza che ha consentito di ospitare nel capoluogo di Regione un evento che viveva contemporaneamente nella città lagunare, sede fisica storia della biennale d’architettura. In questo modo la città è divenuta per qualche ora vero e proprio baricentro dell’architettura in un evento che ha avuto per tema le sfide che attendono l’architettura in relazione al cambiamento climatico e che quest’anno, secondo la visione del Direttore del padiglione Italia Alessandro Melis, prevede una formula che più che mostra si configura come vero laboratorio di ricerca.

    “Avere le Comunità Resilienti a Catanzaro”, ha avuto modo di dire il presidente dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Catanzaro, arch. Eros Corapi, “rappresenta una importante occasione di dibattito sui temi centrali dell’architettura del futuro e del territorio, in un momento in cui col il Next Generation EU si è impegnati a costruire l’Europa delle prossime generazioni. D’altra parte è motivo di grande orgoglio per il nostro Ordine avere avuto la possibilità di portare la nostra città e la nostra provincia, purtroppo spesso distanti, per motivi meramente geografici, da circuiti maggiori, alla ribalta mondiale, vero e proprio Centro del dibattito dell’Architettura, seppure per qualche ora”.

    Di primario livello il parterre dei relatori: il coordinatore degli Eventi del Padiglione Italia Daniele Menichini, l’assistente alla Curatela Benedetta Medas, la curatrice di Architettura in Digitale Valentina Radi, l’architetto lametino Vincenzo Bernardi e il direttore di Plectica editrice Mariano Cuofano. Perfetto il coordinamento dell’architetto Mara Varia.

    Più informazioni su