Quantcast

Maxi rissa in centro, alla base forse debiti di droga

Forze dell’ordine al lavoro per identificare tutti i protagonisti

Più informazioni su

    Per lo più italiani identificati come “rampolli delle famiglie di etnia rom” , giovani marocchini e qualche ragazzo di “buona famiglia”, come si suol dire. Forse qualche debito per dosi di droga non pagato. Sono queste le circostanze in cui sarebbe maturata la maxi rissa accaduta qualche ora fa in via Carlo V, e nella quale sono rimasti coinvolti una ventina di giovani.

    Questo lo scenario che va delineandosi , mentre ancora le forze dell’ordine sono al lavoro per identificare tutti i responsabili dell’episodio, che ha praticamente bloccato una delle arterie principali del centro. Probabilmente solo l’intervento tempestivo degli equipaggi della Squadra Volante della Questura di Catanzaro ha evitato il peggio, ma ciò non toglie che il ritorno ad una vita normale dopo un anno e mezzo di chiusure, ha portato con se’ un carico di problemi non nuovi, ma che oggi appaiono amplificati.

    I singoli episodi non fanno di Catanzaro una città meno sicura, ma di certo impongono un innalzamento del livello di attenzione poiché, se prima si pensava, erroneamente forse, che alcuni fenomeni fossero circoscritti ad alcuni ambiti territoriali e sociali, oggi è del tutto evidente che non è più così. E di questo non possono farsi carico, come sempre, solo le forze dell’ordine.

    Più informazioni su