Quantcast

Farmabusiness, Procura chiede 7 anni e 8 mesi per Tallini

La pena più alta è stata chiesta per Domenico Scozzafava (16 anni), accusato di essere il ponte tra le famiglie mafiose e i politici

Più informazioni su

    Il procuratore aggiunto Vincenzo Capomolla e il sostituto procuratore della Dda Domenico Guarascio hanno chiesto la condanna per tutti i 20 imputati che nell’inchiesta Farmabusiness hanno scelto e sono stati ammessi al rito abbreviato. Gli imputati sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere di tipo mafioso, concorso esterno in associazione di tipo mafioso, scambio elettorale politico-mafioso, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, detenzione illegale di armi, trasferimento fraudolento di valori, tentata estorsione, ricettazione, violenza o minaccia a un pubblico ufficiale e intestazioni fittizia di beni.

    Si tratta dell’inchiesta incentrata sulla cosca Grande Aracri, accusata di reimpiegare i capitali illecitamente accumulati per investirli nel business della distribuzione dei farmaci e che vede coinvolti esponenti del clan di Cutro, professionisti e politici tra i quali l’ex presidente del Consiglio regionale della Calabria Domenico Tallini, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e di voto di scambio politico mafioso. Per lui la Procura ha chiesto 7 anni e 8 mesi.

    Domenico Tallini
    Domenico Tallini

    La pena più alta è stata chiesta per Domenico Scozzafava (16 anni), accusato, tra l’altro, di avere fornito un importante contributo “occupandosi degli interessi economici del sodalizio, con riguardo agli investimenti dei proventi dall’attività della consorteria, la cura delle operazioni imprenditoriali, anche sofisticate, partecipando alla riunione, con altri esponenti di vertice del sodalizio, in cui se ne stabilivano le strategie”. Scozzafava, infatti, è considerato dalla Procura il ponte di collegamento tra la famiglia di ‘ndrangheta Grande Aracri e il mondo politico, rappresentato in particolare dall’ex presidente del Consiglio regionale Domenico Tallini, di Forza Italia. Secondo l’accusa, Scozzafava manteneva rapporti diretti con i vertici della cosca, in particolare per la creazione di un consorzio per la distribuzione di prodotti farmaceutici. Scozzafava è accusato di associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di valori, violenza o minaccia a pubblico ufficiale, tentata estorsione aggravata, detenzione e trasporto di due bottiglie molotov e ricettazione.

    Le altre richieste della Procura
    Tommaso Patrizio Aprile 4 anni;
    Serafina Brugnano 10 anni;
    Santo Castagnino 8 anni;
    Giuseppe Ciampà 8 anni;
    Pasquale De Sole 6 anni e seimila euro di multa;
    Paolo De Sole 9 anni;
    Donato Gallelli, 8 anni più 3mila euro di multa;
    Domenico Grande Aracri, 6 anni di reclusione;
    Elisabetta Grande Aracri, 10 anni;
    Salvatore Grande Aracri 10 anni (35 anni);
    Salvatore Grande Aracri (42 anni) 14 anni;
    Gaetano Le Rose 8 anni (49 anni);
    Gaetano Le Rose, 8 anni (46 anni);
    Giuseppina Mauro, detta Maria, 12 anni;
    Pancrazio Opipari 10 anni;
    Salvatore Francesco Romano, 14 anni;
    Maurizio Sabato, 8 anni più 3mila euro;
    Domenico Villirillo, 8 anni.

    Più informazioni su