Quantcast

Grande progetto di rigenerazione urbana a Sellia Marina

Tanti i progetti inseriti nei Contratti Istituzionali di Sviluppo

Più informazioni su

    È tempo di bilanci per il Comune di Sellia Marina. E a fare il punto della situazione, in un’ottica di miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini, di rigenerazione urbana, di ammodernamento e sostenibilità delle infrastrutture e riqualificazione di parti di essa, è l’architetto Giuseppe Madia, capogruppo con delega ai Lavori pubblici e Urbanistica del municipio in questione.

    «Quelle offerte dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) sono opportunità che devono essere colte anche alle nostre latitudini; sarebbe delittuoso, per noi amministratori, non “approfittare”  di queste “possibilità” facendo una significativa autocritica sui guasti e sui danni inferti, nel tempo, al territorio e riformulando nuove priorità alle criticità esistenti» spiega Madia in una nota.

    «Le idee e i progetti che gli amministratori selliesi stanno portando avanti – continua l’architetto -sono strettamente legati ed in raccordo con un’idea di città e con obiettivi strategici ben chiari che la cittadina si è data: aperta a tutti e con accesso ai servizi di base.

    In quest’ottica il Comune di Sellia Marina ha deliberato progettualità, da inserire nei Contratti Istituzionali di Sviluppo (CIS), per circa 39,5 Ml di euro a valere degli accordi di Programmazione con il Ministero per il Sud, la Regione Calabria e Invitalia. Nel concreto riguardano progetti per il decoro urbano e la riqualificazione dei principali rioni o centri identitari (euro 10,3 Ml), per la mobilità sostenibile e l’ammodernamento delle infrastrutture viarie in conseguenza della messa in sicurezza della linea ferrata e della soppressione dei passaggi a livello (euro 12,0 Ml), la realizzazione di un Palasport – Palacultura per attività sportive per eventi musicali, culturali e sociali al coperto e la contestuale riqualificazione del centro sportivo comunale esistente di Calabricata (euro 7,4 Ml) e la riqualificazione del fronte mare come asse viario – ciclabile e pedonale, il tutto a supporto delle attività turistiche ricettive e balneari (euro 9,8 Ml).

    Un grande progetto di rigenerazione urbana con il quale ci impegniamo a diventare esempio virtuoso di cambiamento e di sostenibilità. Ma ci candidiamo anche a diventare un’eccellenza nei servizi al turismo e nei servizi per il mare e a diventare leader di un distretto turistico oramai necessario ed indispensabile».

    Più informazioni su