Quantcast

Le opere di Maria Mancuso in mostra dal 18 dicembre al 31 gennaio al Complesso Monumentale foto

La presentazione dell'assessore alla Cultura, Ivan Cardamone

Più informazioni su

    “La crescita e la promozione culturale di un territorio non possono non essere strettamente legate alla capacità di valorizzare i talenti che lo animano, nella loro autentica spontaneità e vitalità. E’ questo un obiettivo che ha caratterizzato, fin dall’inizio, il mio percorso alla guida dell’Assessorato alla Cultura e che ho inteso portare avanti, con estrema convinzione, cercando di offrire l’adeguata cassa di risonanza alle migliori espressioni che Catanzaro storicamente ha saputo offrire”.

    Lo afferma in una nota Ivan Cardamone, assessore alla Cultura del Comune di Catanzaro:  “E questo è anche il caso di Maria Mancuso che, nel corso degli ultimi decenni, ha plasmato con le proprie mani una serie di opere e di lavori in grado non solo di catturare il pubblico, ma anche di conquistare l’attenzione e la considerazione dei docenti, dei critici e degli addetti ai lavori più ortodossi. Non è stata la tradizionale formazione accademica a guidarla nella sua avventura artistica, bensì la curiosità e la passione verso gli attrezzi da lavoro di un mondo che non si finisce mai di scoprire. Con l’argilla ha saputo dare vita a pezzi d’arte che colpiscono dritto al cuore, facendo propria la lezione di maestri come Giuseppe Rito, ma ha anche imparato a destreggiarsi con la tavolozza dei colori facendo a gara di pittura con Andrea Cefaly. Ha attraversato la stagione d’oro degli anni ’80 catanzaresi, partecipando alla fervida vita sociale e culturale che vedeva nell’allora direttore dell’Accademia di Belle Arti, Toni Ferro, il proprio faro. Persino un poeta dei nostri tempi, come Achille Curcio, ha tessuto le sue lodi”.

    “Oggi Catanzaro e l’amministrazione comunale vogliono renderle omaggio con una mostra interamente dedicata alla sua storia e al suo profilo. Un’occasione preziosa per scoprire e ammirare le testimonianze artistiche che Maria Mancuso, siciliana di nascita e orgogliosa catanzarese d’adozione – si legge nella nota – ha prodotto nel corso della propria carriera. Una donna che ha dato tanto alla nostra città e che oggi riceve, a pieno titolo, il giusto riconoscimento grazie ad una esposizione antologica a lei dedicata nel Complesso monumentale San Giovanni. Contenitore sempre fervido di idee e stimoli, autentico  cuore pulsante del centro storico, che si conferma punto di riferimento per le attività espositive nel panorama regionale e dell’intero Mezzogiorno”.

     

     

    Più informazioni su