Quantcast

Mano tesa verso il prossimo: iniziativa dell’associazione Ginevra con Fondazione con il Sud

Un'attività che, adesso, è possibile grazie all'ausilio dei due pulmini acquistati nell'ambito del progetto "Bella Piazza" e anche grazie al supporto dei soggetti partners "Rangers del mediterraneo" e "Misericordia" di Belcastro"

Più informazioni su

    Ci sono persone che attraversano momenti di disagio. Anziani soli. Famiglie con più fame che cibo. Ragazze madre. Persone, verso le quali, è necessario tendere una mano per regalare loro un sorriso. Ed è per questo motivo che, ogni mese, l’associazione Ginevra, grazie anche al progetto Bella Piazza, realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud, riesce a mantenere l’impegno con il Banco alimentare. Ed è proprio a quelle persone sole, che vivono momenti, anche temporanei, di preoccupazione e sofferenza che l’associazione di promozione sociale si rivolge. E, nei giorni scorsi, anche in vista dell’arrivo delle festività natalizie è stata ultimata la consegna dei pacchi alimentari per le circa 100 famiglie destinatarie dell’iniziativa.

    “Ogni mese – raccontano dall’associazione – i nostri volontari si occupano del ritiro dei beni di prima necessità, presso il Banco alimentare di Catanzaro. Un’attività che, adesso, è possibile grazie all’ausilio dei due pulmini acquistati nell’ambito del progetto “Bella Piazza” e anche grazie al supporto dei soggetti partners “Rangers del mediterraneo” e “Misericordia” di Belcastro”.

    Il piano di consegna, inoltre, viene rielaborato e aggiornato di continuo anche sulla base delle richieste e delle esigenze del territorio. “Per realizzare la consegna dei pacchi – aggiungono dal gruppo – si svolge un grande lavoro di squadra che coinvolge tutte le volontarie e i volontari, richiedendo risorse di tempo ma che viene ripagato da quel senso di ricchezza umana e voglia di voler e poter fare sempre di più per la nostra comunità e per il comprensorio”.

    Dall’associazione, inoltre, arriva anche una riflessione: “In questo ultimo anno di emergenza sanitaria e sociale, le nuove richieste di aiuto sono state tante. Siamo stati messi difronte alla necessità di disporre di ulteriori spazi per poter stoccare quantitativi di cibo sempre più importanti e grazie alla disponibilità del locale dell’ex chiesa di Sant’ Antonio dove sono giunti quasi al termine i lavori per il centro d’aggregazione “Bella Piazza”, ciò è stato possibile”. Nelle ultime settimane, proprio a causa dei lavori in corso, i pacchi sono stati preparati nella sede della delegazione comunale dove sorge anche il Centro di ascolto.

    “Abbiamo prepato e distribuito oltre 150 pacchi in vista delle imminenti festività natalizie” raccontano con soddisfazione dall’associazione. “Le consegne – concludono – si sono svolte anche a domicilio per le persone non autosufficienti, con beni di varia provenienza quali banco alimentare, colletta alimentare Nazionale e pacchi donati dalla Banca di Credito Cooperativo. Ringraziamo tutti coloro che dedicano il loro tempo a darci una mano con un gesto, una donazione, un sorriso, e chi vorrà farlo in futuro”.

    Più informazioni su