Quantcast

Usb vs Amc, il giudice dà ragione al sindacato

Duro monito dei rappresentanti dei lavoratori sulle promozioni

Più informazioni su

    La Corte di Appello di Catanzaro nella causa civile iscritta al n. 627 del ruolo generale contenzioso – lavoro dell’anno 2019, ha dato ragione alla Usb condannando l’ Amc di Catanzaro con relative pagamento delle spese.

    “Questa sentenza – si legge nella nota – rappresenta un buon segnale all’azienda affinché comprenda che non può discriminare la Usb né i nostri iscritti e che siamo in grado di ottenere giustizia quando la legge o il contratto sono violati. Premettiamo che la Usb non firma contratti nazionali a perdere, per quelli ci sono già i sindacati di stato che avanzano e soverchiano a fare danni, la Usb è l’organizzazione sindacale che tutela i lavoratori è quindi per la sua rappresentatività aziendale deve essere consultata, informata e riconosciuta alla pari degli altri; nulla di più, nessuno può impedire l’esercizio dei diritti sindacali, ne trattamenti deteriori ai nostri iscritti. Ora ci auguriamo che questo atteggiamento lesivo delle prerogative e dei diritti sindacali riconosciuti sia dal legislatore italiano che da quello comunitario, cessi e si possano intraprendere corrette relazioni sindacali, anche quelle intolleranze o quelle manifestazioni del pensiero dell’azienda, nei confronti della USB dimostrate ad ogni nostro intervento si interrompano”.

    Duro, inoltre, il monito della sigla sindacale all’Azienda relativamente promozioni.

    Più informazioni su