Vicenda trasporto dializzati: uno spiraglio dall’ultima riunione in Cittadella

Ci sarebbe una apertura concreta sia a una risoluzione a breve della questione pagamenti arretrati, sia quella più strutturale di un organico riordino del settore

Più informazioni su

    Incontro nel pomeriggio di mercoledì in Cittadella Regionale a Catanzaro tra il governatore della Calabria Roberto Occhiuto e una delegazione di operatori del settore del trasporto dei dializzati ovvero le aziende private che mettono da anni a disposizione le ambulanze per permettere a questi pazienti di recarsi nelle unità di dialisi per la terapia salvavita a cui si devono sottoporre. La riunione, in cui sono stati coinvolti anche il dipartimento Salute e l’Asp di Catanzaro, si è svolta dopo alcune settimane di proteste da parte degli operatori stessi che chiedevano la corresponsione di rimborsi che si attendono da mesi.

    Il malumore aveva portato a un sit in davanti alla stesse sede della Regione nei giorni scorsi, a un primo incontro il Cittadella che pareva rassicurante lo scorso 29 marzo e all’annuncio di una sospensione imminente del servizio.

    Secondo quanto si è appreso l’ultimo incontro è stato costruttivo e ci sarebbe una apertura concreta sia a una risoluzione a breve della questione pagamenti arretrati, sia quella più strutturale di un organico riordino del settore. Pur nelle diverse posizioni e in attesa di ulteriori passi ufficiali sembra insomma prevalere l’ottimismo tra gli operatori del settore.

    “Abbiamo ringraziato il governatore per averci ricevuto – ha detto Giovanni Procopio titolare dell’associazione Santa Maria Soccorso – e abbiamo avvertito l’intenzione da parte del presidente di riorganizzare tutto il settore della Sanità compreso il nostro e quindi di avere un concreto riconoscimento a quel ruolo di supporto al 118 e alla medicina pubblica che in verità ricopriamo da tempo”. Al momento proteste sospese. “Andiamo avanti per il bene dei pazienti” ha concluso Procopio.

    Più informazioni su