Quantcast

Magisano, inaugurata via Curcis

I variopinti pannelli sono stati realizzati dagli artisti Salvatore Franco e Raffaele Tozzo su precisa indicazione dell’ideatore e committente Manlio Impera

Più informazioni su

    Pasqua all’insegna dell’arte, della memoria e della spiritualità per la comunità magisanese.
    E’ stata inaugurata, pochi giorni fa, nel centro abitato, la Via Crucis. L’opera consta di quattordici stazioni raffiguranti la passione di Cristo. I variopinti pannelli sono stati realizzati dagli artisti Salvatore Franco e Raffaele Tozzo su precisa indicazione dell’ideatore e committente Manlio Impera che, in memoria della compianta moglie Teresita Fera, continua a lasciare impronte di civismo nel contesto sociale di Magisano.

    All’inaugurazione delle tante stazioni della Via Crucis ha preso parte il parroco don Alvaro Amariles insieme agli ex amministratori magisanesi Fiore Tozzo e Concetta Costantino.
    L’ex primo cittadino, nel ringraziare anche Gianfranco Uriselli per collocazione delle opere artistiche, ha parlato di Manlio come “un vero e proprio Mecenate del paese presilano che, in memoria di Teresita Fera, ha donato numerose opere volte al benessere della collettività tutta.”

    A sottolineare l’aspetto filantropico dell’iniziativa è toccato anche all’ex vice sindaco Concetta Costantino che ha desiderato scrivere sulla targa ricordo per Manlio un passo del Cantico dei Cantici che esprime la bellezza e la grandezza dell’altruismo: “Perché forte come la morte è l’Amore”.
    Tra fatalità e disvalori, Magisano cerca modelli di rettitudine: Manlio Impera è un esempio.

    Più informazioni su