Quantcast

Attività di gestione di rifiuti non autorizzata, cinque denunce

Lo smaltimento del materiale in maniera illegale per risparmiare sui costi

Più informazioni su

    Nel pomeriggio del 20 aprile i Carabinieri delle Stazione di Belcastro e Botricello, nel corso di un mirato servizio di controllo del territorio, volto alla prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale, hanno deferito in stato di libertà alla Procura di Catanzaro cinque persone ritenute a vario titolo presunte responsabili del reato di “attività di gestione di rifiuti non autorizzata”.

    Nello specifico i carabinieri, nell’ambito di un servizio perlustrativo hanno sorpreso il titolare di una ditta di trasporti non autorizzata alla gestione di rifiuti intento a sversare dal proprio autocarro un’ingente quantità di materiale di risulta edile all’interno di un terreno privato a lui in uso.

    L’ipotesi è che i due soci della predetta ditta di trasporti, si sarebbero accordati con il titolare di un’impresa edile incaricata di eseguire dei lavori in un cantiere sito nel Comune di Botricello, con il direttore dei lavori e con la proprietaria del terreno sito nel Comune di Andali al fine di smaltire il materiale di risulta ed i rifiuti in maniera illegale, risparmiando sui relativi costi.

    Verificata l’assenza delle previste autorizzazioni in tema di gestione e smaltimento di rifiuti, i militari dell’Arma hanno quindi sottoposto a sequestro il terreno su cui sono stati scaricati i materiali e l’autocarro utilizzato, e denunciato a piede libero i 5 soggetti, a vario titolo coinvolti.
    Il procedimento penale è nella fase delle indagini preliminari.

    Più informazioni su