Quantcast

Sanità, Occhiuto: “Ho trovato macerie, ma stiamo rendendo questo settore una zona franca”

"La Regione deve sostenere l'Università ma deve, anche, chiedere all'Università di fare di più per assistere i calabresi"

Più informazioni su

    Diritto alla cura negato. E’ ora di dire basta. Roberto Occhiuto lo dice ai microfoni della stampa parlando di “una sanità trovata in macerie”. “Sto lavorando per costruire un sistema sanitario dignitoso per la nostra regione. Siamo già riusciti a rendere la sanità una zona franca, nessuno si avvicina a chiedere più di fare il direttore sanitario o il primario – afferma. L’Università è un patrimonio, vorrei che i nostri giovani medici restassero in Calabria”.

    Roberto OcchiutoRoberto Occhiuto

    “Molti bandi che le Aziende sanitarie stanno facendo vanno deserti perché gli specializzati che possono scegliere dove andare a lavorare scelgono città dove ci sono strutture più organizzate. Sto chiedendo – dice il presidente – all’università di essere più risorsa per l’assistenza sanitaria. La Regione deve sostenere l’Università ma deve, anche, chiedere all’Università di fare di più per assistere i calabresi”.

    Il presidente Occhiuto si è poi concentrato sull’emergenza legata ai pronto soccorso. Poi il governatore è tornato sul discorso relativo all’arrivo del sub commissario Bortoletti a cui Occhiuto aveva chiesto di venire in veste di commissario aziendale ma lo stesso ha preferito restare sulla prima ipotesi rispetto alla quale l’Arma dei Carabinieri non ha ancora sciolto le riserve.

    Più informazioni su