Quantcast

Liceo Siciliani sul podio per la migliore “comunicazione” di matematica in tutta Italia

Manifestazione riservata agli studenti iscritti ai Laboratori di Sperimentazione

Più informazioni su

    I vincitori del concorso nazionale per la migliore comunicazione di matematica (nell’ambito del progetto di Matematica & Realtà) sono le studentesse: D’Elia Marta, Ielo Simona, Paonessa Letizia, Passafaro Angela, che hanno presentato la comunicazione “La matematica nelle animazioni digitali”. Sempre sul podio, terzi classificati, sono gli studenti: Mancini Rachele, Melino Angelita, Pietragalla Roberta, Pezzutto Matteo, con la comunicazione “Architetture della complessità”. La preparazione degli studenti è stata curata nei dettagli dalla prof.ssa Anna Alfieri, docente di matematica e fisica del Liceo.

    La proclamazione dei vincitori è avvenuta in diretta web il 6 Giugno 2022 dall’Università di Perugia facoltà di Matematica e Informatica. I professori Anna Salvadori e Primo Brandi, coordinatori nazionali del progetto, si sono complimentati per l’originalità dei temi geometrici proposti, la profondità con la quale i temi sono stati analizzati e la bravura espositiva degli studenti della classe IV D del Liceo Siciliani.

    La manifestazione per la discussione dei lavori di ricerca degli studenti si è tenuta, nei giorni 24-26 maggio 2022, in occasione del XXXIV Convegno “Esperienze a Confronto” Concorso Migliore Comunicazione, che rappresenta l’attività conclusiva del progetto Matematica & Realtà.

    Tale manifestazione è riservata agli studenti iscritti ai Laboratori di Sperimentazione e prevede l’ esposizione di una “comunicazione” della durata massima di 15 minuti relativa al lavoro di ricerca effettuato dagli studenti con la supervisione del Docente Tutor.

    Al convegno hanno partecipato anche altri due gruppi di studenti della classe, che hanno discusso le
    seguenti comunicazioni:

    ● “Criptovalute: frattali virtuali”- studenti: Cimino Francesca, De Nardo Angelo, Molè Rocco, Tiriolo Carlo Alberto
    ● “Viaggio frattale nel corpo umano”gli studenti: Baraldi Amedeo, Palmisani Azzurra, Raione Chiara, Rotella Stefano.

    I lavori multimediali sono stati preparati durante le attività laboratoriali del progetto Matematica e Realtà, svolto durante l’anno scolastico, dalla classe IV D del Liceo. Il tema centrale dei quattro lavori multimediali e del laboratorio gestito dalla prof.ssa Anna Alfieri è stata la geometria dei frattali, oggetti dotati di omotetia interna, che si ripetono nella forma, su scale diverse, in una struttura autosimile. Nella presentazione vincitrice Marta, Simona, Angela e Letizia hanno relazionato sui paesaggi frattali che sono stati lo sfondo del film “Avatar”. Nel dettaglio, sono stati studiati i codici delle trasformazioni
    geometriche che generano i frattali di due figure vegetali: la “Warbonnet fern” e la “Helicoradian” che nel film creano le foreste e i sottoboschi di vegetali virtuali, tra i quali si muovono i personaggi.

    Il termine frattale venne coniato nel 1975 da Benoît Mandelbrot, per descrivere alcuni comportamenti matematici che sembravano avere un comportamento “caotico”, e deriva dal latino fractus (rotto, spezzato). Innumerevoli sono le applicazioni che i frattali hanno nella realtà che ci circonda e che gli studenti hanno messo in evidenza nei loro lavori di ricerca. Attraverso il viaggio nel corpo umano, hanno scoperto che apparato circolatorio e apparato respiratorio hanno strutture frattali; le oscillazioni dei grafici delle valutazioni di bitcoin hanno come dimensione un numero non intero, così anche come per la pittura di Jackson Pollock. Infine hanno ammirato la Cappella Agri, in Giappone, che ospita una foresta di alberi frattali.
    Grande la soddisfazione del Dirigente Scolastico Filomena Rita Folino, che ha espresso parole di forte apprezzamento per il lavoro svolto dagli studenti e dal docente, dicendosi orgogliosa di quanto raggiunto. Il Dirigente ha augurato ai ragazzi di continuare a svolgere il loro compito di Studenti con la stessa passione con cui hanno svolto il Progetto.

    Più informazioni su