Famiglia risulta positiva in contrada Carrà a Maida, sale a 6 il conto dei casi attivi

Da martedì riapriranno le scuole dotate di 2 nuovi termoscanner

Più informazioni su

    Aggiornamento serale da parte del sindaco Salvatore Paone per quanto riguarda la situazione nel territorio di Maida: «Sono stato informato dal dipartimento di prevenzione di 4 nuovi casi di positività nel Comune di Maida. Si tratta di cittadini residenti in località Carrà, casi che si aggiungono ai due già registrati la scorsa settimana a Vena, per un totale di 6 casi sul territorio comunale. I 4 positivi appartengono allo stesso nucleo familiare, sono già stati avvertiti, e si trovano in quarantena presso la propria abitazione. Stiamo procedendo, insieme ai medici del dipartimento, al tracciamento dei contatti avuti negli ultimi giorni dai soggetti interessati».

    A Vena di Maida, dopo il primo caso registrato a scuola, sono stati effettuati circa 50 tamponi sui bambini di una classe media, dei loro genitori ed ulteriori contatti. «Ad oggi, anche se la comunicazione dei risultati ci viene data con estrema lentezza, sono risultati negativi circa i 2/3 dei tamponi. Siamo in attesa di conoscere gli altri esiti» rassicura il primo cittadino.

    A Maida capoluogo non risultano ad oggi casi di positività ma «la chiusura della scuola è stata disposta in questi giorni per procedere in un clima di tranquillità al tracciamento di possibili contatti tra il plesso di Maida e i plessi delle comunità confinanti. Unitamente alla dirigenza scolastica e al dipartimento di prevenzione abbiamo condotto questa analisi in questi giorni e continua ancora adesso» continua Paone, «le scuole di ogni ordine e grado, per via della ricorrenza dei defunti del 2 novembre, come da calendario regionale, rimarranno chiuse. Inoltre l’ordinanza sindacale che ne ha decretato la chiusura di questi giorni ha terminato la sua efficacia ieri, sabato 31 ottobre. Pertanto posso già affermare che, se non sopraggiungeranno notizie o fatti nuovi tra stasera e la giornata di domani, la didattica in presenza tornerà nei plessi di Maida e di Vena regolarmente a partire dalla giornata di martedì 3 novembre».

    Il sindaco sottolinea come «abbiamo provveduto in questi giorni alla sanificazione dei plessi scolastici, degli scuolabus, mentre da una settimana il Comune di Maida ha acquistato e fornito la scuola di 2 termoscanner professionali da utilizzare per il personale docente e non docente che transita quotidianamente nei locali scolastici. Un ulteriore importante strumento per rendere sicuri gli ambienti».

    In conclusione così l’invito al rispetto delle regole: «il contrasto al virus inizia da noi e dai nostri comportamenti come cittadini. Utilizzo in ogni luogo della mascherina, igienizzazione frequente della mani, distanziamento sociale e limitare le uscite allo stretto necessario, sono comportamenti che, se in questi giorni verranno seguiti da tutti, potranno determinare l’andamento della curva epidemiologica sul nostro territorio per le prossime settimane».

    Più informazioni su