Quantcast

A Feroleto Antico protocollo d’intesa con la società “Remunero” per convertire la Tari

Al via il progetto di economia circolare per l'ambiente

Più informazioni su

    Il Comune di Feroleto Antico, con Delibera di G.C. n. 23 del 18.03.2021, è il primo Comune calabrese ad aderire al progetto “Remunero”, che garantisce un premio agli utenti in regola con la tassa sui rifiuti nell’ambito del progetto “Smart and Green Reward”.

    L’Amministrazione ha dato il via libera al progetto, dando mandato agli uffici comunali per attivare le procedure necessarie all’avvio dell’iniziativa. In sostanza l’equivalente del 100% della TARI verrà restituito agli utenti attraverso un accredito su una card denominata “Remunero Card”.

    Su ogni acquisto effettuato nelle attività del territorio convenzionate, il 30% del prezzo potrà essere pagato con la “Remunero Card”, scalando quindi dal tesoretto accumulato.

    Tale sistema, quindi, premia il comportamento corretto dei cittadini in materia di raccolta differenziata, sviluppando una mentalità ecologista.

    «L’attenzione dell’Amministrazione, incentrata sempre ad iniziative innovative, è rivolta a mettere in campo un’iniziativa innovativa che rappresenta un incentivo per l’economia locale» commenta il Sindaco Pietro Fazio, «abbiamo sposato questa iniziativa perché riteniamo possa essere vantaggiosa per l’amministrazione comunale, per i contribuenti e per le attività commerciali del territorio che, insieme all’Assessore alle Attività Produttive Pasquale Nicolazzo, ha da subito apprezzato le qualità e le potenzialità del progetto. Da un lato i cittadini sono incentivati a pagare la Tari, dall’altro si dà ossigeno all’economia locale invogliando agli acquisti nelle attività del territorio».

    Secondo questa logica, quindi, il Comune trarrà numerosi benefici: miglioramento dell’ambiente; aumento della qualità del rifiuto conferito; accesso ai finanziamenti della Comunità Europea; diminuzione delle emissioni di Co2.

    Tre sono i parametri importanti: essere in regola con il pagamento della Tari; aver conferito correttamente i rifiuti; non aver ricevuto multe di carattere ambientale (ad esempio abbandono illecito di rifiuti).

    Federico Orlando, founder di Remunero, illustra lo scopo dell’iniziativa: «migliorare l’ambiente e incentivare l’economia locale, coinvolgendo l’intera comunità. Ecco il ciclo virtuoso di Remunero: tu contribuisci a un ambiente più pulito, noi contribuiamo ai tuoi acquisti, i tuoi acquisti contribuiscono a un’economia più ricca e trasparente. Insieme facciamo un mondo migliore».

    L’ accordo ha durata quinquennale, non comporta oneri per l’Amministrazione comunale e l’adesione da parte dei contribuenti è volontaria e avviene nel pieno rispetto della protezione e tutela dei dati personali.

    Più informazioni su