Quantcast

Anche Lamezia Terme tra i casi presentati da Arcapal in tema di idrogeologia applicata alla matrice ambientale “acque sotterranee”

A Trieste esposto "Hydrogeological setting of the multilayer aquifer of S. Eufemia Lamezia Plain (Calabria)"

Più informazioni su

    Con la presentazione di tre studi in tema di idrogeologia applicata alla matrice ambientale “acque sotterranee”, l’Arpacal ha partecipato al  90° Congresso Internazionale della Società Geologica Italiana dal titolo “Geology without Borders” , che si è tenuto dal 14 al 16 settembre scorsi a Trieste.

    Il congresso organizzato dalla Società geologica italiana – la più antica e rappresentativa associazione scientifica italiana nel campo delle geoscienze, riconosciuta con Regio decreto del 17 Ottobre 1885 – è un importante appuntamento scientifico internazionale dove le Università, gli Enti di Ricerca, le Istituzioni e le Società di settore si confrontano sui temi della ricerca scientifica applicata alle Scienze della Terra.

    Arpacal ha contribuito ai lavori di questo evento congressuale con tre differenti studi:

    • Preliminary hydrogeological study of the Rosarno Plain, in the sector between Nicotera and Gioia Tauro (Calabria – Southern Italy),
    • Hydrogeological setting of the multilayer aquifer of S. Eufemia Lamezia Plain (Calabria),
    • Methodological study of aquifers based on integrated use, of the hydrogeological survey, radiometric analysis and field-type parametric measurements

    Gli studi sono stati realizzati dal geologo Enzo Cuiuli, del servizio tematico Suolo e rifiuti del Dipartimento provinciale Arpacal di Catanzaro; lo studio metodologico che vede l’integrazione dell’approccio idrogeologico alle analisi radiometriche, è stato realizzato anche con il Fisico Salvatore Procopio del Laboratorio fisico del Dipartimento provinciale di Catanzaro.

    Gli studi presentati mirano ad implementare la conoscenza degli acquiferi regionali ed a fornire prodotti, anche cartografici, che rappresentino strumenti concreti e di supporto ad azioni dirette alla protezione ed alla gestione della risorsa idrica, in termini di salvaguardia e di pianificazione d’uso e per la definizione di modelli idrogeologici e più in generale dei modelli concettuali previsti dal Testo  Unico sull’Ambiente (D.lgs 152/06 e s.m.i.)

    Più informazioni su