Quantcast

Sul Programma nazionale della qualità dell’abitare l’ottimismo del viceministro Morelli ma non su nuove assunzioni al Comune

L'esponente leghista rimarca il risultato importante per la città della piana con lavori da completare entro il 2027

Più informazioni su

    Non avendolo fatto fino ad ora la terna commissariale che fino alla prima settimana di ottobre guiderà il Comune di Lamezia Terme, è servito l’arrivo del viceministro alle infrastrutture e mobilità sostenibili, Alessandro Morelli, ad illustrare gli interventi ammessi al finanziamento del Programma nazionale della qualità dell’abitare (PinQua) che riguardano la città di Lamezia Terme.

    Mentre prosegue la campagna elettorale per le elezioni regionali, e quasi silente è quella per le 4 sezioni richiamate al voto per le amministrative del 2019, la città della piana dovrà riuscire a non perdere i 98 milioni di euro ottenuti per riqualificare varie zone della città, con il problema però di una lentezza burocratica endemica rallentata ulteriormente dall’assenza di personale.

    Una serie di interventi, in alcuni casi ad ampliare quanto già previsto, che sarebbero per portata pari all’intero ammontare annuale del piano triennale delle opere pubbliche approvato (previsti lavori per 96,778,778.43 euro nel 2021 e 97,493,940.30 nel 2022).

    Nello specifico le schede riguardano tre macro aree e quarta generale:

    NICASTRO – SAN TEODORO

    • ricezione turistica (recupero e valorizzazione edilizia privata urbana a scopo accoglienza turistica) per un importo complessivo pari a euro 4.421.317,28;
    • alloggi fasce sociali deboli (recupero e valorizzazione edilizia privata urbana a scopo sociale – alloggi per fasce deboli) per un importo complessivo pari a euro 5.739.814,82;
    • alloggi parcheggio (recupero e valorizzazione edilizia privata urbana a scopo sociale – alloggi parcheggio) per un importo complessivo pari a euro 2.805.734,57;
    • verde naturale e attrezzato (riqualificazione di aree pubbliche private a scopo sociale attraverso la realizzazione di un parco urbano attrezzato) per un importo complessivo pari a euro 14.550.939,44;
    • viabilità interna a rione (riqualificazione della viabilità urbana al fine di favorire la mobilità e l’accessibilità (parcheggi, info-trasporto, etc.) per un importo complessivo pari a euro 4.290.386,67;
    • strada esterna e parcheggi (realizzazione di strada esterna ai rioni di San Teodoro e Timpone al fine di facilitarne la fruibilità e consentirne l’accesso anche ai mezzi di soccorso ad oggi impedito) per un importo complessivo pari a euro 3.081.635,11;
    • scale mobili (realizzazione di scale mobili per una mobilità sostenibile e superamento delle barriere architettoniche) per un importo complessivo pari a euro 4.216.662,22;
    • energia microidraulica (intervento di riqualificazione urbana e ambientale con produzione di energia idroelettrica attraverso la ristrutturazione dei mulini posti lungo i torrenti) per un importo complessivo pari a euro 3.168.154,08;

    SAMBIASE

    • qualità dell’abitare-recupero e risanamento delle abitazioni del centro storico di Sambiase (recupero e valorizzazione edilizia privata urbana a scopo sociale, alloggi per fasce deboli) per un importo complessivo pari a euro 4.829097,10;
    • riqualificazione quartiere Anzaro (realizzazione di infrastrutture sociali, casa protetta per disabili, ricreative, sportive e verde) per un importo complessivo pari a euro 5.698.165,64;
    • più servizi al territorio (ristrutturazioni e riqualificazione di spazi urbani sociali – mercato, parco urbano, aree sportive e verde – con percorsi storico culturali) per un importo complessivo pari a euro 8.645.132,99.
    • intervento di rigenerazione area polisportiva località Santa Maria – Sambiase nord (intervento riqualificazione frazione montana attraverso la realizzazione di impianti sportivi e ricreativi per l’aggregazione sociale) per un importo complessivo pari a euro 2.321.013,85

    SANT EUFEMIA LAMEZIA – BAGNI – LUNGOMARE – SAN PIETRO LAMETINO

    • percorso di collegamento al mare attraverso il fiume Bagni da Parco Mitoio fino al mare (valorizzazione della fascia costiera attraverso la realizzazione e la messa in sicurezza del fiume Bagni e di un ponte, piste ciclabili e pedonali nonché rigenerazione ambientale dell’area) per un importo complessivo pari a euro 5.000.000,00;
    • Marinella – Cafarone – riqualificazione pineta – completamento lungomare (valorizzazione della fascia costiera attraverso l’ampliamento del lungomare esistente, delle piste ciclabili e pedonali, rigenerazione della fascia costiera, nonché realizzazione di impianti tecnologici) per un importo complessivo pari a euro 5.000.000,00;
    • intervento di riqualificazione urbana area centro storico San Pietro Lametino (intervento di rigenerazione urbana della frazione San Pietro Lametino attraverso impianti tecnologici (smart city) parco urbano, ristrutturazione di edifici pubblici per finalità sociali) per un importo complessivo pari a euro 6.500.000,00;

    PISTA CICLABILE

    • realizzazione di piste ciclabili sul territorio lametino, per un importo complessivo pari a euro 18.618.951,79;

    L’OTTISMO DI MORELLI E GLI UFFICI COMUNALI CARENTI

    «Non sono qui per fare annunci e promesse, ma per parlare di fondi già arrivati», spiega l’esponente della Lega, ripercorrendo l’iter seguito e dati già noti con la delibera della terna. «Entro il 2027 i lavori dovranno essere conclusi», precisa il vice ministro, «Lamezia rientra 8 progetti pilota, con altri circa 270 progetti standard ammessi a finanziamento» sottolineando come «questo sia il frutto del lavoro di professionisti lametini, oltre che delle istituzioni locali, un buon esempio di amministrazione della cosa pubblica», anche se il Comune è ricorso in affidamento diretto last minute per farsi affiancare da progettisti esterni.

    Affidamento esterno della progettazione Bim da parte del Comune di Lamezia Terme per un progetto pilota di riqualificazione urbana

    Tra qualche settimana in via Perugini ci sarà un nuovo cambio della guardia: «mi auguro che il sindaco possa avere nel più breve tempo possibile i finanziamenti, dovendo effettuare tutta la parte burocratica ed il completamento dei lavori entro il 2027. Come Governo abbiamo lavorato molto sulle semplificazioni burocratiche, specie nell’ottica dei finanziamenti in arrivo dal piano nazionale di resilienza».

    Richiesti 9.950.000 euro per completamento sede comunale, piazza con parcheggi davanti la concattedrale, miglioramento Palasparti

    Con un altro bando, scaduto a giugno ed i cui risultati dovevano pervenire entro fine agosto, il viceministro svia con la battuta «sarà compito mio “citofonare” al Ministero per l’Interno», rientrando poi nel tema caldo in via Perugini della carenza del personale, specie nel settore tecnico che dovrà gestire la fase burocratica di questi fondi come di altri: «ci sono bandi in corso a livello ministeriale, ma è evidente che c’è una forte problematica a livello di enti locali. E’ possibile che dopo le regionali ci possa essere una collaborazione istituzionale diversa, con una cabina di regia comune per investimenti di questo tipo da supporto agli enti che sono in deficit di personale e risorse umane per gestire gli interventi. In Calabria ci sono diversi interventi previsti a vario livello, tutti quanti devono prendersi la responsabilità del proprio ruolo».

    Più informazioni su