Quantcast

Undici appuntamenti: pronta prossima stagione Comunale (I DETTAGLI)

Cartellone di Ama Calabria ricco di nomi molto popolari, si parte il 25 ottobre. Ecco tutti gli spettacoli in cartellone


Ritorna anche quest’anno al Teatro Comunale di Catanzaro la stagione di Ama Calabria. Diviso tra Catanzaro e Lamezia Terme, il cartellone di Ama, prevede in totale 22 spettacoli in totale, 11 dei quali saranno proprio nello storico teatro del capoluogo, scelti ad hoc per la peculiarità doppia di cinema/teatro.

Gli spettacoli inizieranno il 25 ottobre con “La macchina della felicità” di Franco Bertini con Flavio Insinna. Non mancheranno, come ha sottolineato nel corso della conferenza stampa il direttore artistico Francescantonio Pollice, “momenti di arte di tutti i generi, dalla musica alla danza e naturalmente la prosa”.

Una presentazione fatta a giugno “perché – ha aggiunto Pollice – è giusto farla in questo periodo, per dare alle persone il tempo giusto per capire quali sono le proposte culturali che questa struttura magnifica offrirà per il 2019/2020”.

Una scommessa che si ripete, quella della sinergia tra Ama Calabria e Teatro Comunale, e che “lo scorso anno – ha sottolineato Francesco Passafaro, direttore artistico del Comunale – è stata una emergenza a causa della chiusura dei teatri di Lamezia, quest’anno ritorna nonostante l’apertura per scelta, con lo scopo anche di distruggere alcuni cliché, come quello che il centro sia morto e che a teatro si vada solo nei weekend”.

Al centro dell’offerta la cultura declinata trecentosessanta gradi: il Balletto accademico statale Russo, il jazz di Paolo Fresu, la musica classica di Guidi Rimonda e di Nicola Piovani, Glauco Mauri con un classico di Dostoevskij e i “Fratelli Karamazov”, e anche un omaggio al grande Fellini nel centenario dalla sua nascita con il Satyricon, proprio per continuare un filone con il cinema.

Alla conferenza era presente anche il vicesindaco e assessore alla cultura Ivan Cardamone che ha rimarcato come “oggi sia impossibile realizzare spettacoli teatrali senza il supporto dei privati, non per una questione economica, per crisi di risorse umane e i pensionamenti futuri non aiuteranno”.
Gli spettacoli di Ama Calabria sono stati realizzati grazie al supporto della Regione Calabria “anche perché – ha aggiunto Salvatore Bulotta – Ama ha la peculiarità di avere una stagione corposa e distribuita sull’intero territorio”.

Ed è la “crescita culturale dei due territori: Catanzaro e Lamezia Terme – ha detto Daniela Faccia – che riusciranno entrambi ad avvalersi di Ama il risultato importante”.

Un risultato ottenuto “grazie alla qualità degli uomini – ha sottolineato Paolo Abramo presidente onorario del Comunale – che hanno costruito il progetto. Questo fa la differenza”.

Pollice, infine, dopo aver chiesto al vicesindaco la possibilità di parcheggiare più facilmente per il carico/scarico nelle serata degli spettacoli, non ha escluso che i giovani attori locali possano incontrare gli artisti degli spettacoli previsti in cartellone prima dello spettacolo.

A.L.