Sabato al Teatro Politeama Fabrizio Bentivoglio in “Così fan tutte”

Nelle vesti dell’irriverente Don Alfonso, Bentivoglio porta in scena il grande Strehler e il suo profondo e antico legame con il genio di Salisburgo Mozart

Più informazioni su

    Sabato 26 febbraio, al Teatro Politeama di Catanzaro, all’interno della stagione dal titolo “RiprendiAmoci…il teatro”, verrà portato in scena alle ore 21:00 Così fan tutte, dalla parte di Alfonso, spettacolo prodotto e distribuito in esclusiva da AidaStudio Produzioni, che trae ispirazione dall’opera eterna di Mozart Così fan tutte, con Fabrizio Bentivoglio e con le musiche suonate dal vivo dal pianista, compositore e direttore d’orchestra Francesco Libetta. La data dello spettacolo all’interno della Stagione Sinfonica del Teatro Politeama prevede l’accompagnamento musicale dei Cameristi dell’Orchestra Filarmonica della Calabria.

    Così fan tutte è un reading musicale coinvolgente ed emozionante che permetterà al pubblico di esplorare attraverso la potenza sublime della musica di Francesco Libetta, e della sapiente melodia dell’Orchestra Filarmonica della Calabria, insieme alle parole recitate da Francesco Bentivoglio, l’animo umano, le sue declinazioni e i suoi infiniti sentieri. Lo spettacolo trae ispirazione dall’ultima fatica di Strehler realizzata poco prima della sua morte nel 1997. E nonostante l’apparente leggerezza di questa opera, Così fan tutte racconta e descrive in maniera lucida la precarietà e l’instabilità emotiva da cui nessun essere umano può sottrarsi.

    Fabrizio Bentivoglio nelle vesti dell’irriverente Don Alfonso, porta in scena il grande maestro Strehler e il suo profondo e antico legame con il genio di Salisburgo Mozart. Attraverso una trama comica, a tratti cinica ed alienante, al pubblico vengono mostrate l’ipocrisia e la falsità di una società sorda, egoista, opportunista ed infedele. Gli uomini e le donne in Così fan tutte, si ingannano e si tradiscono reciprocamente tra falsità, incoerenze e paradossi. I personaggi si idealizzano per poi deludersi, sentendosi così continuamente minacciati dalla paura dell’abbandono e della solitudine. Don Alfonso li dipinge così questi attuali e moderni peccatori: affamati d’amore e di attenzioni, in balia del proprio ego e della propria urgenza di vivere di passione, superficialità e allegria. I protagonisti sono essere umani che rifuggono in comportamenti primordiali e si destreggiano in bisogni futili, talvolta assumendo anche atteggiamenti narcisi e meschini, ma è proprio questa natura oscura e pagliata che la musica di Mozart vuole portare alla luce.

    Lo spettacolo Così fan tutte di cui l’ideazione e la direzione artistica sono di Elena Marazzita è all’interno della Stagione-Sinfonica 2021-2022 organizzata a cura dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Tchaikovsky” e Orchestra Filarmonica della Calabria. Il reading musicale non è semplicemente la trasposizione teatrale di un’opera senza tempo e sempre attuale. “Ho sempre amato quest’opera” – spiega Elena Marazzita – “’infinita grazia e simpatia con cui Mozart ci accompagna ad accettare gli altri per quello che sono, ad amarli senza cadere nella trappola della idealizzazione, che lungi dall’aumentarne il valore, li imprigiona in un ruolo stereotipato e li deforma e immobilizza ad icona da venerare imponendo loro la perfezione pur di assicurarsi il diritto infantile di non venire mai traditi”.

    Più informazioni su