Mercoledi, 14 novembre 2018 ore 14:34
     
Notizia

CRONACA / Cosenza prima città del Sud come qualità dell’edilizia scolastica e dei servizi

Prestigioso riconoscimento per la città bruzia dall’indagine sull’ecosistema scuola, presentata stamani a Napoli da Legambiente

Venerdì 19 Ottobre 2018 - 12:15
CalabriaInforma.it: Cosenza prima città del Sud come qualità dell’edilizia scolastica e dei servizi

COSENZA - La nostra città, infatti, risulta al diciassettesimo posto in Italia , con una percentuale del 75,78%, compiendo un gran balzo rispetto all’anno scorso, quando si trovava in cinquantanovesima posizione. Nei primi sedici posti sono presenti città del centro nord , con Bolzano in testa alla classifica. Gli indicatori di Legambiente fanno riferimento ad interventi strutturali sugli edifici scolastici, alla manutenzione, alle spese stanziate nell’ultimo quinquennio , all’energia pulita .Il rapporto analizza, inoltre, la qualità del servizio mensa e di scuolabus , le aree di sosta, le biblioteche presenti negli istituti scolastici, la qualità dei prodotti serviti dalle mense, i menù alternativi e religiosi , la raccolta differenziata . Ancora, Legambiente considera tutta una serie di questioni legate all’ecosostenibilità, come l’efficienza energetica, i rischi di amianto e radon, la sicurezza davanti gli istituti . Nel rapporto si legge testualmente che “ un mix di programmazione, di investimenti costanti e di innovazione è mancato soprattutto nelle regioni del Sud Italia , le cui città sono tutte dopo la trentesima posizione in graduatoria ad eccezione di Cosenza ( 17 posto) “. Sempre Legambiente scrive che: “Non sono mancate le spinte in avanti anche in queste aree del Paese come la già citata Cosenza , che oggi ha tutte le scuole con certificazioni richieste grazie ad un abile reperimento di fondi regionali e nazionali”. Un aspetto ,questo, di primaria importanza considerato il dibattito sempre attuale sulla sicurezza degli edifici scolastici nel nostro Paese. “Anche per quanto riguarda le scuole –ha detto Mario Occhiuto- Cosenza è la migliore città del Sud ed una delle migliori d’ITALIA. Questo dimostra che anche nel Sud si può cambiare- ha detto Occhiuto- portando avanti un lavoro serio e continuo , con un’attenzione concreta verso il mondo dell’infanzia. La scuola è uno dei luoghi più importanti di una comunità dove si formano i cittadini del futuro – ha aggiunto il Sindaco. C’è ancora tanto da fare e questo risultato ci incoraggia e ci fa capire che anche in Calabria è possibile fare buona amministrazione.” Per il sindaco Mario Occhiuto, presente stamattina a Napoli, si tratta dell’ennesimo successo amministrativo sottolineato in una nota dall’assessore alla scuola , Matilde Spadafora Lanzino, e dal dirigente del settore educazione, Mario Campanella. “Grazie agli impulsi del sindaco Occhiuto- dicono Spadafora e Campanella- non sono state messe a posto solo le questioni infrastrutturali relative agli edifici ma sono state implementate le spese per i servizi che oggi ammontano a circa 3 milioni di euro del bilancio ordinario . Garantiamo il servizio mensa con menù etico-religiosi e menù speciali- continuano Spadafora e Campanella- il servizio di scuolabus che quest’anno, sempre per volontà del Sindaco, ha un costo annuo di appena 50 euro, il trasporto per i bambini diversamente abili, il pre e post scuola per chi ha difficoltà di orario con i bimbi , gli assistenti alla comunicazione per gli alunni con handicap , oltre a una serie di progetti extraordinari che riguardano la prevenzione delle dipendenze per le scuole primarie. La lungimiranza del sindaco Occhiuto- hanno concluso Spadafora e Campanella- e la sua attenzione verso i bambini dimostrano una sensibilità e un’attenzione che si è registrata anche per i tre nidi comunali, un’eccellenza che costa 900 mila euro annui alle casse comunali e che ospita bambini di etnie diverse in un’ottica inclusiva. I passi in avanti registrati nell’ultimo quinquennio e le citazioni ripetute sul rapporto di Legambiente fanno di Cosenza un fiore all’occhiello delle amministrazioni comunali del centrosud per gli investimenti materiali ed immateriali nel mondo della Scuola”.




Altre notizie