Martedi, 25 giugno 2019 ore 00:31
     
Notizia

CRONACA / A Cosenza il Planetario.Realizzato da storica ditta catanzarese Caruso

I lavori per la preziosa infrastruttura culturale di richiamo internazionale hanno impegnato le più qualificate maestranze e gli staff tecnici di Caruso Costruzioni per circa diciotto anni

Martedì 09 Aprile 2019 - 13:13
CalabriaInforma.it: A Cosenza il Planetario.Realizzato da storica ditta catanzarese Caruso

Un momento che passerà alla storia della città dei Bruzi: sabato a Cosenza ha inaugurato il Planetario, un’opera mastodontica che si attesta come la più avanzata tecnologicamente in Italia. Il Planetario, un enorme cubo di vetro e acciaio, è stato realizzato da una ditta catanzarese, la Caruso Costruzioni. Una preziosa infrastruttura culturale di richiamo internazionale la cui realizzazione ha impegnato le più qualificate maestranze e gli staff tecnici di Caruso Costruzioni per circa diciotto anni.

L’opera nasce dall’intuizione del fisico Franco Piperno per la fruizione didattica e sociale nell’ambito di un progetto più grande che prevede la totale rigenerazione urbana del quartiere Gergeri, lo stesso in cui è già stato inaugurato il Ponte di Calatrava. L’inaugurazione del Planetario è stato un grande spettacolo di musica, luce, fuochi pirotecnici e spettacoli acrobatici, una grande festa per tutti.

“Un presidio culturale con il quale, e dentro il quale, abbiamo avviato una concreta forma di collaborazione con l’Università della Calabria. -ha detto il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto- Il momento dell’inaugurazione vuole essere una grande festa collettiva, dedicata alla comunità, con uno spettacolo che vorremmo restasse nella memoria del territorio. E soprattutto dei più giovani, perché è il pensiero del loro futuro che guida la nostra rotta. Un’opera pubblica che la Calabria potrà vantare con orgoglio. Un sogno che diventa realtà». Un «luogo in cui si potranno scoprire i misteri della volta celeste, il miracolo del Signore» ha detto nel suo intervento inaugurale il vescovo di Cosenza Monsignor Francesco Nolè.

E’ già in programma per aprile un ricco calendario di eventi per avvicinare la collettività tutta allo studio della volta celeste. A seguire, la Zeiss perfezionerà il montaggio dei proiettori specifici che consentiranno, a partire dal mese di giugno, la fruizione multimediale del Planetario, ovvero le funzioni più spettacolari, caratterizzanti un planetario digitale. E’ dunque prevista per giugno e luglio l’apertura al pubblico per più giornate nel corso della settimana, mentre da settembre l’apertura anche alle scolaresche.




Altre notizie