Mercoledi, 18 settembre 2019 ore 19:35
     
Notizia

ARTE E CULTURA / Violenza di genere, Historia minimas dà voce alle vittime

Il progetto Historia minimas che viaggia sulle testimonianze, sui volti e sulle cicatrici documentate dalle immagini del fotogiornalista internazionale Karl Mancini approda a Corigliano Rossano 

Martedì 16 Aprile 2019 - 13:0
CalabriaInforma.it: Violenza di genere, Historia minimas dà voce alle vittime

 Il progetto Historia minimas che viaggia sulle testimonianze, sui volti e sulle cicatrici documentate dalle immagini del fotogiornalista internazionale Karl Mancini approda a Corigliano Rossano. L’appuntamento culturale è per mercoledì 17 aprile, alle ore 19, all’Auditorium Alessandro Amarelli. È quanto fa sapere Margherita Amarelli, responsabile marketing e commerciale della plurisecolare esperienza imprenditoriale e culturale che continua ad ospitare eventi ed iniziative e a sostenere campagne di sensibilizzazione su temi sociali importanti come quelli proposti dall’Associazione Fotografica Luce.

Siamo convinti – aggiunge – che l’arte, in ogni sua forma, possa veicolare messaggi, suscitare riflessioni e accompagnare emozioni. La fotografia nel sociale, la violenza di genere e Ni una menos (non una di meno). – È, questo, il tema della masterclass con l’Autore promosso dal sodalizio di fotoamatori che l’impresa culturale ha inteso patrocinare.

Chi è Karl Mancini. Classe 1978, è un fotografo documentarista italo-argentino che opera e lavora tra Roma e Buenos Aires. Ha studiato fotogiornalismo a New York presso L’International Center of Fotography(ICP).

Dal 2001 ha lavorato in più di 90 paesi, con particolare preferenza per Asia e Sud America, come fotoreporter e scrittore freelance, attento a tematiche sociali quali violenze, guerra, minoranze, diritti umani, migrazioni e genocidio. Il suo lavoro a lungo termine Ni Una Menos sul femminicidio e la violenza contro le donne è stato premiato, tra gli altri, al Sony World Photography Award, al Premio Internazionale di fotografia umanitaria Luis Valtuena, al Giornalismo fotografico Days Japan International, Gomma Grant e Kolga Awards. Le sue opere sono state esposte in Usa, Inghilterra, Russia, Australia, India, Giappone, Italia, Spagna, Grecia, Canada, Svizzera e in molti importanti festival internazionali.




Altre notizie